fbpx

Vol.To debutta in Horizon2020: finanziato il progetto europeo DECIDO

È stato approvato il progetto europeo DECIDO, eviDEnce and Cloud for more InformeDand effective pOlicies. È la prima occasione in cui Vol.to prende parte ad un progetto finanziato da HORIZON 2020, attualmente il più grande programma europeo per la ricerca e l’innovazione, che nasce con l’obiettivo di promuovere l’eccellenza scientifica, la leadership industriale e combattere sfide sociali, assicurando così lo sviluppo di una società europea attiva, sostenibile e inclusiva.

Il progetto DECIDO si basa su un’idea semplice e, allo stesso tempo, molto innovativa: sfruttare le informazioni basate sull’evidenza (evidence-based) liberamente prodotte dai cittadini durante situazioni di emergenza, per documentare criticità in tempo reale, usando successivamente i dati raccolti per programmare o migliorare protocolli e strategie di intervento. Il ricorso a protocolli migliorati permette di aumentare la salvaguardia della vita dei cittadini e gestire al meglio tutte le conseguenze che possono derivare da un’emergenza, a livello umano, ambientale, organizzativo e comunitario.

Proviamo ad immaginare una situazione quale un terremoto, un’alluvione o una qualsiasi emergenza ambientale o meteorologica. È comune vedere, anche su canali di informazione ufficiali, video, foto, registrazioni vocali, post sui social media creati direttamente dai cittadini che documentano quello che vedono e vivono in prima persona. Le informazioni evidence-based, che si basano sulle esperienze dirette di ognuno, sono di estrema importanza per documentare in maniera immediata situazioni di emergenza. Raccogliere questa tipologia di informazioni permetterà a tutti gli enti coinvolti nella gestione delle emergenze di migliorare il proprio agire e, nel futuro, di prevedere linee di intervento più efficaci ed efficienti perché basate su fonti informative che nascono dal contatto con la realtà.

Per raccogliere e analizzare tutte queste informazioni il progetto DECIDO intende incrementare l’uso di un Cloud Europeoda parte di tutti i soggetti coinvolti. Un Cloud, come ci suggerisce il nome, è una gigantesca nuvola virtuale che contiene al suo interno una rete di servizi che ci permettono, tra le altre cose, di immagazzinare dati. Tutti i dati del progetto DECIDO saranno raccolti attraverso l’uso diretto di applicazioni appositamente create e condivisi nell’EOSC,European Open Science Cloud, una piattaforma europea a libero accesso in cui sono raccolti i dati di tutte le ricerche scientifiche promosse a livello europeo. In questo modo si stabiliscono nuovi legami tra le pubbliche autorità, che agiscono in situazioni di emergenza, ed i centri europei che gestiscono le azioni di raccolta e gestione dei dati.

Essendo il progetto DECIDO un progetto di ricerca e innovazione si progetteranno, programmeranno e svilupperanno dei test pilota sperimentali, comunemente chiamati con il termine inglese Pilot, durante i quali verrà valutata l’efficacia del modello presentato, tenendo in considerazione esigenze, obiettivi, indicatori, set di dati e azioni da intraprendere. Sul nostro territorio si andrà a simulare un’alluvione nel Parco del Meisino, una riserva naturale fra Torino e San Mauro, un’area soggetta naturalmente a eventi alluvionali a causa delle piene del fiume Po. Attraverso questa simulazione si valuterà l’impatto del modello proposto nel progetto e si redigeranno nuove raccomandazioni, protocolli e politiche di intervento che potranno essere replicate in futuro grazie alla diffusione dei dati e dei risultati ottenuti.

Il progetto DECIDO unisce innovazione, coinvolgimento attivo dei cittadini e nuove idee per la gestione delle emergenze e di politiche d’azione supportate da dati evidence-based e, di conseguenza, il benessere dei cittadini e della comunità.

Il progetto DECIDO sarà svolto in partnership con altre realtà italiane ed europee quali: Engineering – Ingegneria Informatica Spa (Italia), capofila del progetto, Fundacion Tecnalia Research & Innovation (Spagna), The Lisbon Council for Economic Competitiveness and Social Renewal Asbl (Belgio), Fraunhofer Gesellschaft zur Foerderung der Angewandten Forschung e.v. (Germania), Kpeople Research Foundation (Malta), Stichting Egi (Paesi Bassi), EY Advisory Spa (Italia), National Technical University of Athens NTUA (Grecia), Kajaanin Kaupunki (Finlandia), Kajaanin Ammattikorkeakoulu Oy (Finlandia), Comune di Torino (Italia), Diktyo Poleon Gia ti Viosimi Anaptyxi kai Kykliki Oikonomia (Grecia), Fundacion Ibercivis (Spagna).

Carattere
Contrasto

Questo sito utilizza cookies per monitorarne l'attività e migliorarne la consultazione. <br>Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi