Skip to main content

Tutti i modi per donare, oltre al tuo tempo

Il volontariato è un dono di tempo, il bene più prezioso in una società bulimica di impegni. Ecco perché lo Sportello di Orientamento al Volontariato di Vol.To ti aiuta a scegliere l’associazione più affine alle tue disponibilità e attitudini.

Ma se in questo momento proprio non hai tempo da donare puoi avere comunque un impatto positivo sulla tua comunità, sostenendo un Ente del Terzo Settore.

Esistono molti modi per fare una donazione: si può fare beneficenza con regolarità o devolvere una somma per un progetto tramite una piattaforma di crowdfunding (qui trovi un esempio). Ciascuno può scegliere il modo più adatto al proprio stile di vita, ai propri valori, agli strumenti e alle risorse di cui dispone.

Un altro modo molto semplice che non comporta nessun costo è la devoluzione della quota del 5 per mille a un’organizzazione, firmando in uno dei sette appositi riquadri che figurano sui modelli Dichiarazione dei Redditi e inserendo il codice fiscale dell’ente che vuoi sostenere. Trovi qui un approfondimento.

Detrazione e deduzione a favore di Enti del Terzo Settore non commerciali: come fare per usufruirne?

Oltre al benessere emotivo, la donazione ha anche due importanti vantaggi fiscali.

Il Codice del Terzo Settore (art. 83 del D. Lgs. 117/2017) prevede infatti la detrazione del 30% dall’imposta lorda per le persone fisiche dell’onere sostenuto per erogazioni liberali (in denaro o in natura) a favore di Enti del Terzo Settore non commerciali fino a un massimo di 30.000 (35% se il beneficiario è una Organizzazione di Volontariato – ODV).
In alternativa alla detrazione è prevista la deduzione dal reddito complessivo delle liberalità in denaro o in natura da parte di persone fisiche, enti o società a beneficio di Enti del Terzo Settore non commerciali, fino a un massimo del 10% del reddito complessivo dichiarato.

Chi è tenuto a presentare la dichiarazione dei redditi deve rispettare queste scadenze:

– inoltrare il modello 730 entro il 30 settembre dell’anno successivo a quello di imposta, direttamente online o rivolgendosi a un Centro di Assistenza Fiscale (CAF), professionisti abilitati o al sostituto d’imposta (cioè al proprio datore di lavoro);

– inoltrare il modello Redditi PF (Persone Fisiche) entro il 30 novembre dell’anno successivo a quello di imposta, online o rivolgendosi ai un CAF o ai professionisti abilitati.
Ciò consente di operare detrazioni rispetto all’imposta da versare o deduzioni del reddito imponibile per numerose spese effettuate nell’anno, comprese quelle per erogazioni liberali in denaro o in natura a favore di Enti del Terzo Settore non commerciali.

Il Codice del Terzo Settore (art. 83 del D. Lgs. 117/2017) prevede la detrazione del 30% dall’imposta lorda per le persone fisiche dell’onere sostenuto per erogazioni liberali (in denaro o in natura) a favore di Enti del Terzo Settore non commerciali fino a un massimo di 30.000 (35% se il beneficiario è una Organizzazione di Volontariato – ODV).

In alternativa alla detrazione è prevista la deduzione dal reddito complessivo del soggetto erogante (persone fisiche, enti o società) delle liberalità in denaro o in natura a beneficio di Enti del Terzo Settore non commerciali, fino a un massimo del 10% del reddito complessivo dichiarato.

Su questo argomento puoi leggere la nostra guida, che tratta anche degli adempimenti a cui è soggetto l’Ente del Terzo Settore che riceve la donazione.