fbpx

Reciproca solidarietà e Lavoro accessorio

La Città di Torino realizza con la Compagnia di San Paolo l’iniziativa “Reciproca solidarietà e lavoro accessorio” volta a sostenere il reddito dei cittadini in difficoltà economica, mediante attività retribuite promosse da enti senza fini di lucro che abbiano come riferimento la cura della comunità, utilizzando lo strumento dei voucher (buoni lavoro) per il Lavoro Accessorio.

Ente erogatore

Città di Torino
Area Lavoro, Sviluppo, Fondi Europei, Innovazione e Smart City
Servizio Lavoro Accessorio
Via Braccini, 2 – 10141 Torino

L’intervento è rivolto inoltre, ai 24 comuni della Città Metropolitana di Torino, di conseguenza la presentazione delle richieste di contributo da parte degli enti (committenti), dovrà seguire tempi e modalità predisposte dai singoli comuni di appartenenza.

Soggetti che possono presentare la domanda

Soggetti attuatori “Committenti”:

  • Fondazioni;
  • Associazioni riconosciute o non riconosciute e comitati o enti affini, comunque privi di scopo di lucro e di connotazioni partitiche o sindacali;
  • Enti pubblici o pubblico-privati;
  • Enti religiosi di diversa natura giuridica.

Non rientrano tra le categorie di enti ammissibili le associazioni degli interessi economici e di categoria, gli ordini professionali e i club di imprenditori e professionisti.
N.B. I Soggetti attuatori “Committenti” dovranno risultare iscritti al Registro delle Associazioni del Comune di Torino, è possibile iscriversi anche successivamente all’approvazione del progetto.

Beneficiari dell’intervento “Prestatori di lavoro Occasionale di tipo Accessorio”:
cittadini maggiorenni residenti a Torino almeno dal 01/03/2016 (se stranieri con regolare permesso di soggiorno), che rientrino in una fascia di reddito ISEE (indicatore della situazione economica equivalente) non superiore a 25.000 euro e che siano:

  • percettori di prestazioni di integrazione salariale; Nel caso di sostegno del reddito in permanenza del rapporto di lavoro, le prestazioni occasionali e accessorie non possono essere effettuate presso lo stesso datore di lavoro con il quale il rapporto è in essere;
  •  percettori di prestazioni connesse con lo stato di disoccupazione;
  • lavoratori con contratto di lavoro a tempo parziale conseguente a un “contratto di solidarietà” (in questo caso, le prestazioni accessorie non possono essere effettuate presso lo stesso datore di lavoro con il quale si svolge il rapporto a tempo parziale);
  • disoccupati iscritti nelle liste dei lavoratori immediatamente disponibili;
  • giovani con meno di 29 anni di età, inoccupati alla ricerca della prima occupazione;
  •  giovani con meno di 29 anni di età regolarmente iscritti a un ciclo di studi presso l’università.

N.B. I disoccupati ed i giovani inoccupati devono necessariamente essere iscritti nelle liste dei lavoratori disponibili presso un Centro per l’Impiego della Regione Piemonte.
N.B. I prestatori di lavoro accessorio non possano essere soci a qualsiasi titolo del soggetto committente per tutto il periodo di svolgimento della prestazione.

I potenziali Prestatori, dopo aver preso visione dell’informativa (Allegato_4_D4_informativa_prestatore_2016), potranno presentare domanda di partecipazione sottoscrivendo l’allegata dichiarazione di disponibilità (Allegato 5 – D5 disponibilità prestatore) presso i Servizi per il Lavoro della Città:

dal 15 giugno e fino al 30 settembre 2016, orario: da lunedì a venerdì 9.00 – 12.30 presso:
Area Sviluppo, Fondi Europei, Innovazione e Smart City Ufficio Pubbliche Relazioni
Via Braccini, 2 , Piano Terra
Numero Verde 800 300194

Azioni

Caratteristiche della attività che “Committenti” dovranno predisporre:

  • attività aggiuntive a quelle ordinariamente svolte, si punterà l’attenzione su specifici progetti e/o eventi mirati, per loro natura episodici e temporanei;
  • non è possibile avvalersi dei potenziali prestatori di lavoro accessorio per soddisfare esigenze ordinarie;
  • le attività devono essere incentrate sul senso d’appartenenza e partecipazione alla cura della città e dei suoi cittadini, in particolare:
    – pulizia e manutenzione di edifici, giardini, strade, parchi e monumenti;
    – manifestazioni sportive, culturali, fieristiche o caritatevoli;
    – attività di cura dei luoghi del territorio e di educazione civica, culturale e ambientale;
    – attività a carattere solidale e di aggregazione sociale.

Copertura finanziaria

I limiti massimi di retribuzione per i prestatori di lavoro accessorio sono:

  • 7.000 Euro netti per anno civile quale compenso complessivamente percepito dal prestatore con riferimento alla totalità dei committenti; per il committente è previsto l’obbligo di verificare il non superamento del limite economico da parte del prestatore.
  • Il limite di importo massimo di retribuzione attraverso i voucher, è di 3.000 Euro netti complessivi per prestatore, corrispondenti per il/i committente/i a 4.000 Euro lordi.
  • Il valore netto del buono di 10 Euro è pertanto equivalente a 7,50 Euro.

N.B. Tale valore netto è di 15 Euro nel caso siano utilizzati voucher “multipli” del valore complessivo lordo di 20 Euro e di 37,50 Euro nel caso in cui siano utilizzati voucher “multipli” del valore complessivo lordo di 50 Euro.

Risorse finanziarie disponibili

1.270.700,00 Euro.

Modalità e procedura

Modalità di presentazione domanda di contributo da parte dei committenti:

Le richieste possono essere presentate a partire dal giorno 15 gugno e, compatibilmente con le risorse disponibili, fino al 30 settembre 2016, con le seguenti modalità:

  • consegna a mano in via Braccini, 2 – Torino – 1° piano – Ufficio n. 39 Protocollo (dal lunedì al giovedì ore 9.30- 12.30 e 14.00-16.00; venerdì ore 9.30–12.30)
  • spedizione postale (in tal caso fa fede la data del protocollo di arrivo)
  • esclusivamente da indirizzi di posta certificata è possibile l’invio via mail a: lavoro@cert.comune.torino.it

Indirizzate a: Città di Torino – Area, Sviluppo, Fondi Europei, Innovazione e Smart City – Servizio Lavoro Accessorio – Via Braccini 2 – 10141 Torino.

Scadenza

30 settembre 2016

Aree geografiche coinvolte

Città di Torino

Indirizzi utili e sito web

http://www.comune.torino.it/lfs/pag/reciproca_solidarieta.html

Allegati

 

Il testo, anche se curato con scrupolosa attenzione, non può comportare specifiche responsabilità per involontari errori in capo a Vol.To
Carattere
Contrasto

Questo sito utilizza cookies per monitorarne l'attività e migliorarne la consultazione. <br>Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi