fbpx

Programma: La rete di Indra

Ambito territoriale:

Regione Piemonte – nello specifico risultano interessate le seguenti aree: Comuni della Città Metropolitana di Torino (Collegno, Grugliasco, Leinì, Nichelino, Moncalieri, Rivoli, Pinerolo, Settimo e Città di Torino in particolare), Comuni in provincia di Alessandria (Acqui Terme ed Alessandria), Città di Biella, Comuni in provincia di Novara (Arona, Borgomanero e Novara), Città di Cuneo, Città di Borgosesia (VC) e provincia di Verbano-Cusio-Ossola (Domodossola e Omegna).

Cornice generale ed obiettivi Agenda 2030

Il titolo del programma La rete di Indra ha origini antiche e complesse che fanno riferimento alla tradizione buddista. Nelle scritture buddiste viene descritto il palazzo del Dio Indra, adorno di pietre preziose e lucenti. Ogni gemma è in grado di riflettere la luce di tutte le altre, così che al brillare di una tutte risplenderanno. La descrizione del palazzo celeste è metafora dell’interdipendenza di tutte le cose.

La resilienza della comunità nasce e trova forza proprio nell’interconnessione e nell’interdipendenza di tutte le azioni diverse che operano per essa. Non è possibile individuare un’unica azione corretta per la crescita della resilienza comunitaria, sarebbe inopportuno e limitante, bisogna far si che azioni diverse siano lette in una chiave comune che accetti nella molteplicità la soluzione migliore per il rafforzamento della collettività.

I progetti che fanno riferimento al presente programma rivolgono la propria attenzione a problematiche diverse ma sono accomunati dall’idea che il rafforzamento della resilienza delle comunità possa essere una soluzione univoca di fronte a una realtà che presenta molteplici sfaccettature. Le varie attività progettuali, nel loro complesso, puntano ad implementare esperienze dal contenuto particolarmente innovativo volte a favorire la collaborazione tra soggetti del Terzo Settore, attori pubblici e privati e comunità educanti, con il coinvolgimento degli operatori volontari nell’ambito della Crescita della resilienza delle comunità.

I progetti del presente programma contribuiranno concretamente al raggiungimento di alcuni degli obiettivi di Sviluppo Sostenibile individuati dall’Agenda 2030 che, più o meno direttamente, sono rivolti al sostegno dell’incremento della resilienza comunitaria:

L’obiettivo 1: Porre fine ad ogni forma di povertà nel mondo.

L’obiettivo 10: Ridurre l’ineguaglianza all’interno di e fra le nazioni.

L’obiettivo 12: garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo.

L’obiettivo 13: promuovere azioni, a tutti i livelli, per combattere il cambiamento climatico.

Occasione di incontro/confronto con i giovani

Le occasioni di incontro e confronto con i giovani operatori volontari saranno un mezzo per sottolineare l’importanza del ruolo che essi ricoprono all’interno singoli dei progetti, per trasmettere loro il significato e i valori di questa esperienza, per favorire il senso di appartenenza alla comunità del Servizio Civile, ma anche per accrescere le loro competenze ed acquisirne di nuove.

Verranno, quindi, organizzati tre momenti di incontro e confronto, rispettando la capienza massima prevista per i lavori in gruppo, che coinvolgeranno tutti i ragazzi impiegati nel presente programma di intervento.

1.Presentazione – Durata 4h

Il primo incontro avrà luogo entro i primi due mesi di servizio presso la sede di uno degli enti coprogrammanti e vedrà la partecipazione di tutti gli operatori volontari impiegati nel presente programma di intervento

2.Debate – Durata 6h:

Ispirandosi al mondo anglosassone, si vuole proporre un incontro in cui verrà utilizzato lo strumento didattico del Debate o Dibattito argomentativo.

3.Incontro finale: il futuro del Servizio Civile

Facendo tesoro delle sfide affrontate in occasione dalla pandemia, occorre prevedere una specifica funzione del Servizio civile, e dei giovani in esso coinvolti, come risorse preziose di “difesa e protezione civile” a dimensione territoriale, nazionale e sovranazionale.

Dal momento che i veri protagonisti di questa esperienza sono i giovani, in questo ultimo incontro, saranno coinvolti attivamente nella riprogettazione del ruolo del Servizio civile, anche facendo tesoro delle esperienze maturate nei rispettivi progetti.

Inoltre, per promuovere le attività del presente programma di intervento, verrà organizzato, in collaborazione tra gli Enti coprogrammanti e gli enti di rete, un incontro informativo in cui:

– gli operatori volontari di Servizio Civile presenteranno i progetti, mostrandone i risultati ottenuti sia per l’utenza che per il loro percorso di crescita;

– gli esperti/formatori coinvolti nei vari progetti faranno un’analisi della situazione del fenomeno in relazione al territorio in cui insiste il programma;

– gli enti che operano nello stesso ambito d’interesse sul territorio di Torino potranno, in un momento dedicato, provare ad elaborare risposte efficaci alle esigenze degli utenti favorendo così la creazione di una rete che possa avanzare insieme per il raggiungimento degli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030.

Enti partner del programma

  • Ente coprogrammante: En.A.I.P. Piemonte
  • Dipartimento di Management dell’Università degli Studi di Torino
  • Inspire COMMUNICATION SC
  • TESC (TAVOLO ENTI DI SERVIZIO CIVILE)

Valutazione delle competenze acquisite

Durante lo svolgimento del progetto saranno somministrate ai volontari delle specifiche schede che facilitano la rilevazione delle competenze in ingresso ed in uscita al fine di evidenziare in quale misura le competenze dichiarate acquisibili sul progetto sono state effettivamente apprese.

Le varie rilevazioni saranno parte di un documento di sintesi finale (Attestato specifico) che, incorporando anche l’eventuale documentazione prodotta dagli stessi volontari durante il progetto, riporterà gli esiti di ogni progetto e rileverà lo scarto dalle previsioni di partenza.

Progetti associati al programma

  1. Che clima fa? Aria, mobilità, paesaggio – come fare educazione ambientale – Legambiente metropolitano (Vol.To)
  2. Give me 5! Insieme per la Resilienza – Ass. Area G e Il Cammino (Vol.To)
  3. IN GIO.CO Inclusione Giovanile e Contrasto abbandono scolastico – Consorzio per la formazione, l’innovazione e la qualità e Consorzio per la formazione professionale nell’acquese S.C.R.L. (EnAIP Piemonte)
  4. Noi, Greta e gli animali – Ass. Vivi gli animali (Vol.To)
  5. Ti voglio conoscere perché sei speciale! 2020 – Ass. Sollievo (Vol.To)
  6. SKILL TwO Sviluppo competenze per la vita 2 Consorzio per la formazione, l’innovazione e la qualità e Consorzio per la formazione professionale nell’acquese S.C.R.L. (EnAIP Piemonte)
  7. Sportello alimentare – Ass. Banco Alimentare e Contact (Vol.To)

Tra parentesi l’Ente titolare del progetto

 

Carattere
Contrasto

Questo sito utilizza cookies per monitorarne l'attività e migliorarne la consultazione. <br>Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi