fbpx

Procedura ad evidenza pubblica per la co-progettazione finalizzata alla sperimentazione di azioni innovative di welfare territoriale

Il Consorzio C.I.S.S. 38 (quale Ente Gestore Capofila) di Cuorgnè e il CISSAC di Caluso, INRETE di Ivrea, UNIONE NET di Settimo T.se, CISS di Chivasso, C.I.S.A. di Gassino ed il CIS di Ciriè (come Enti Gestori Partner) hanno presentato alla Regione Piemonte una proposta preliminare nell’ambito del bando We.CA.RE.

Tale proposta, valutata positivamente, è stata ammessa alla seconda fase del bando che richiede la presentazione del progetto definitivo che dovrà riguardare uno o più dei  seguenti obiettivi:

  • Promuovere innovative azioni di rete volte ad una revisione coordinata dei diversi interventi di sostegno economico degli Enti coinvolti, in collegamento con il REI e con i percorsi di attivazione sociale, anche attraverso la sperimentazione di servizi di assistenza leggera di prossimità e accompagnamento verso l’autonomia sociale e lavorativa
  • Individuare modalità e processi per sostenere nuclei familiari con minori in situazioni di fragilità, sviluppando nuove modalità di implementazione delle autonomie individuali, mediante azioni in rete con i sistemi formativi/educativi territoriali, volte a favorire la ri-acquisizione delle competenze genitoriali e contrastare la povertà educativa
  • Promuovere l’accesso capillare ed omogeneo alle risorse e servizi del territorio attraverso la creazione di un catalogo dinamico delle prestazioni e delle opportunità
  • Sperimentare processi di co-progettazione sull’inclusione e fragilità sociale, sull’accesso alle prestazioni e opportunità del territorio in materia di contrasto alla povertà, volti alla promozione di una rete sociale coordinata con il terzo settore, privato sociale e aziende e allo sviluppo di servizi individuali e laboratoriali innovativi e rispondenti alle diverse esigenze dei territori.

A tal proposito è stata emanata la presente procedura per l’individuazione dei partner che parteciperanno ai Tavoli territoriali di co-progettazione, finalizzati all’elaborazione della progettazione definitiva degli interventi e delle attività previste nel Progetto Preliminare e quindi all’individuazione, tra i partecipanti al tavolo, dei partner di ATS.

Possono entrare a far parte dell’ATS gli Enti del Terzo Settore iscritti ad uno dei registri attualmente previsti dalle normative di settore.

Le risorse per la realizzazione degli obiettivi del progetto saranno presumibilmente comprese tra € 665.498,90 ed € 785.498,90, di cui una quota sarà gestita direttamente dagli Enti gestori proponenti, e la parte restante, indicativamente non superiore al 30% destinata a massimo n. 5 Enti del Terzo Settore che parteciperanno come partner del progetto, e che sanno beneficiari, come previsto dal bando Regionale, ciascuno in misura non inferiore al 5% del costo complessivo previsto dal progetto.

Gli interessati dovranno inviare tutta la documentazione richiesta entro le ore 12.00 del 28 settembre 2018.

Per approfondire:

Per leggere tutti gli ultimi bandi pubblicati clicca qui. Per richiedere una consulenza allo Sportello di progettazione sociale (gratuita per gli ETS accreditati nel rispetto delle modalità stabilite nella carta dei servizi) scrivici una mail a sociale@volontariato.torino.it.

Carattere
Contrasto

Questo sito utilizza cookies per monitorarne l'attività e migliorarne la consultazione. <br>Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi