fbpx

Life sottoprogramma ambiente: bando 2014 per progetti integrati

Oggetto

La tipologia “PROGETTI INTEGRATI” fa riferimento a proposte progettuali finalizzate ad attuare su una vasta scala territoriale (in particolare regionale, multi-regionale, nazionale o transnazionale) piani di azione o strategie ambientali previsti dalla legislazione dell’Unione in materia ambientale, elaborati dalle autorità degli Stati membri principalmente nei settori della natura, dell’acqua, dei rifiuti, dell’aria garantendo la partecipazione delle parti interessate e promuovendo il coordinamento e la mobilitazione di almeno un’altra fonte di finanziamento pertinente (FESR, FEASR, Orizzonte 2020, ecc.).

Obiettivi

 

  • Contribuire al passaggio a un’economia efficiente in termini di risorse, con minori emissioni di carbonio e resiliente ai cambiamenti climatici, contribuire alla protezione e al miglioramento della qualità dell’ambiente e all’interruzione e all’inversione del processo di perdita di biodiversità, compresi il sostegno alla rete Natura 2000 e il contrasto al degrado degli ecosistemi;
  • Migliorare lo sviluppo, l’attuazione e l’applicazione della politica e della legislazione ambientale e climatica dell’Unione, e catalizzare e promuovere l’integrazione degli obiettivi ambientali e climatici nelle altre politiche dell’Unione e nella pratica nel settore pubblico e privato, anche attraverso l’aumento della loro capacità;
  • Sostenere maggiormente la governance ambientale e climatica a tutti i livelli, compresa una maggiore partecipazione della società civile, delle ONG e degli attori locali;
  • Sostenere l’attuazione del Settimo programma d’azione per l’Ambiente.

 

Ente erogatore

Commissione Europea – DG Ambiente (ENV) e Azione per il Clima (CLIMA)

Soggetti che possono presentare la domanda

 

  • Agenzie di sviluppo
  • Amministrazioni locali
  • Amministrazioni Regionali
  • Amministrazioni nazionali
  • Centri/Enti di ricerca
  • Cooperative
  • Enti di Formazione
  • Imprese dell’economia sociale
  • ONG (Organizzazioni Non Governative)
  • Organizzazioni non profit
  • PMI (Piccole e Medie Imprese)
  • Scuole
  • Università
  • Istituti di statistica
  • Organi di informazione
  • Organizzazioni europee

 

Entità contributo

Non c’è una dimensione minima fissa per il budget dei progetti integrati. I beneficiari devono, tuttavia, essere consapevoli del fatto che, considerando le loro dimensioni, le proposte di dovrebbero essere di portata grande e ambiziosa con un bilancio sostanziale che supera di molto la dimensione media della sovvenzione LIFE concessa alla tipologia “progetti tradizionali”.

Si prevede che il programma LIFE dovrebbe contribuire – in media – per 10 milioni di euro per ogni progetto integrato. Considerando che tale contributo copre il 60% dei costi ammissibili, il totale del budget per ogni progetto dovrebbe ammontare a circa 17 milioni di euro.

Modalità e procedura

In considerazione della necessità di coinvolgere attivamente le principali parti interessate, una proposta di progetto integrato dovrebbe includere uno o più beneficiari associati. La natura e la gamma dei beneficiari devono apportare un valore aggiunto al progetto, rafforzare la fattibilità o il carattere dimostrativo della proposta, il suo valore aggiunto europeo e/o la trasferibilità dei suoi risultati e delle lezioni apprese. La composizione del partenariato di progetto (beneficiari) dovrebbe anche tener conto della sostenibilità a lungo termine dei risultati e delle attività di progetto, nonché dell’esigenza di potenziamento delle capacità per garantire l’eventuale attuazione dell’intero piano/strategia.

I partner del progetto dovrebbero non superare un numero ragionevole di beneficiari in modo da garantire che le attività del progetto possono ancora essere gestiti in modo efficiente. Nel caso in cui si trovasse ad avere un numero eccessivo di soggetti interessati, una forma di coinvolgimento diverso beneficiario associato deve essere ricercata.

Un particolare riguardo sarà dato ai progetti transnazionali, purché la cooperazione transnazionale si riveli essenziale per garantire la tutela dell’ambiente e della natura. Una proposta transnazionale dovrebbe quindi essere presentata solo se la proposta di progetto prevede argomenti sufficienti per un valore aggiunto dell’approccio transnazionale.

Secondo la tempistica prevista per la presentazione e valutazione delle candidature, la prima data prevista per l’inizio delle attività progettuali è il 1 ottobre 2015.

Per preparare la proposta progettuale e partecipare al bando, i proponenti devono utilizzare la modulistica fornita nel fascicolo di candidatura corrispondente alla tipologia di progetto integrato e trasmettere la proposta progettuale direttamente agli uffici competenti della Commissione europea seguendo le modalità illustrate nelle Linee guida per proponenti. Va sottolineato che le condizioni stabilite in ciascun documento del fascicolo di candidatura (disponibile solo in lingua inglese) saranno vincolanti per i candidati.

Importante anche leggere il programma di lavoro LIFE pluriennale

http://www.minambiente.it/sites/default/files/archivio/allegati/life/decisione_adozione_programma_lavoro_pluriennale.pdf

e il documento di orientamento

http://ec.europa.eu/environment/life/funding/life2014/call/documents/2014_orientation_doc.pdf

Non vi è alcuna durata del pre-determinata per un progetto integrato LIFE. Tuttavia, considerando collegamento diretto del progetto con altri piani e strategie a lungo termine i progetti integrati dovrebbero durare tra i 6 ei 10 anni.

La presentazione della candidatura sarà in due fasi:

1.    la prima consiste nell’invio delle proposte di progetto attraverso la compilazione della concept note, un formulario meno dettagliato attraverso il quale presentare il progetto in modo sintetico. La concept note va inviata in formato elettronico su CD-ROM o DVD (documento pdf in bianco e nero) e dovrà pervenire entro le ore 16.00 del 10 ottobre 2014 (non fa fede il timbro postale) agli indirizzi indicati nella guida;

2.    solo i progetti valutati positivamente saranno inseriti in una short list e i loro proponenti saranno invitati a presentare le proposte complete di progetto. La presentazione della proposta completa, in formato elettronico (CD-ROM o DVD) avverrà presumibilmente il 15 aprile 2015.

Le proposte complete devono essere conformi con quelle presentate attraverso la Concept note ovvero gli elementi presentati nella Concept note non possono essere modificati nella proposta completa.

In casi eccezionali e debitamente giustificati, il richiedente che presenta la proposta completa può essere diverso da quello che ha presentato la Concept note (ovvero, nel caso di ristrutturazione della pubblica amministrazione in un determinato paese / regione, oppure se durante il processo di valutazione della Concept note, una più adeguato capofila viene identificato.

Scadenza

10 ottobre 2014

Risorse finanziarie disponibili

61,5 milioni di euro

Indirizzi utili e sito web

http://www.minambiente.it/pagina/call-2014

 

Il testo, anche se curato con scrupolosa attenzione, non può comportare specifiche responsabilità per involontari errori in capo al V.S.S.P.

Carattere
Contrasto

Questo sito utilizza cookies per monitorarne l'attività e migliorarne la consultazione. <br>Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi