fbpx

IntreCCCi 2018: il bando a sostegno della domiciliarità

Il Bando InTreCCCi 2018 – Casa Cura Comunità mira a sostenere la domiciliarità nei territori di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta puntando su elementi di valore specifici, quali l’adozione di una prospettiva di comunità, un approccio focalizzato sulla persona, l’integrazione degli interventi.

Le richieste di contributo dovranno riguardare progetti le cui attività siano riconducibili a uno o più degli ambiti di intervento di seguito indicati, coinvolgendo la comunità di riferimento nei processi di ideazione e realizzazione degli interventi:

  1. Modalità innovative di risposta ai bisogni di cura di persone la cui domiciliarità è a rischio.
  2. Iniziative di individuazione, sostegno e monitoraggio di persone fragili, in particolare persone le cui reti relazionali e di supporto sono povere o assenti, in un’ottica di prevenzione dell’emergenza e di sostegno alla domiciliarità.

Il bando si rivolge a partenariati pubblico-privati, composti da soggetti aventi una comprovata esperienza in materia di sostegno alla domiciliarità. È considerata requisito di ammissibilità la presenza all’interno del partenariato – in ruolo di capofila o di partner – dell’Ente gestore delle funzioni socio assistenziali competente per il territorio di riferimento dell’iniziativa; nel caso di proposte che interessano il territorio del Comune di Torino è richiesta, come minimo, la partecipazione del Distretto della Coesione Sociale competente sulla Circoscrizione di riferimento.

Attraverso il bando InTreCCCi NON si intendono sostenere:

  • Iniziative a favore di persone la cui domiciliarità è a rischio per ragioni di fragilità socio-economica ed emergenza abitativa, non collegata a specifici bisogni di cura; iniziative a favore di vittime di violenza;
  • Azioni specifiche e puntuali (attività laboratoriali ricreative, attività sportive, ecc.) non inserite in un progetto più ampio;
  • Attività ordinarie degli enti proponenti;
  • Interventi per la realizzazione ex novo o la riqualificazione di immobili;
  • Acquisto di attrezzature terapeutiche;
  • Ricerche scientifiche e/o sperimentazione di dispositivi tecnologici che non siano associate a una loro concreta applicazione;
  • Attività realizzate all’interno delle strutture residenziali e destinate agli ospiti delle stesse;
  • Weekend/periodi di “sollievo” presso strutture residenziali;
  • Costi di mantenimento, affitti e utenze di alloggi destinati a esperienze di costruzione delle autonomie e cohousing;
  • Interventi focalizzati sulla formazione e l’inserimento lavorativo di assistenti familiari; nonché l’organizzazione e la gestione di sportelli di incontro domanda/offerta per assistenti familiari;
  • Organizzazione e gestione di sportelli di segretariato sociale che non siano integrati con il sistema pubblico dei servizi e non prevedano forme innovative di sostegno alla domiciliarità.

I progetti devono avere una durata compresa tra i 18 e i 24 mesi.

Non saranno considerate ammissibili le proposte che richiedano un contributo superiore a € 120.000 o inferiore a € 40.000 e il contributo richiesto non potrà essere superiore al 75% dei costi previsti dal piano economico.

Per la prima fase di “Call for ideas” viene richiesto agli enti proponenti di illustrare sinteticamente la propria idea progettuale, compilando un apposito modulo allegato al bando da inviare (in versione PDF) in allegato all’indirizzo intrecci@compagniadisanpaolo.it entro e non oltre l’8 febbraio 2019.

Entro il 5 aprile 2019, si procederà con una prima selezione delle idee ritenute congrue e coerenti con quanto richiesto dal bando, sulla base della documentazione prodotta. Gli enti promotori delle proposte che avranno superato tale prima istruttoria verranno contattati via e-mail per accedere alla seconda fase del bando.

Vai alla pagina web del Bando sul sito della Compagnia

Per leggere tutti gli ultimi bandi pubblicati clicca qui. Per richiedere una consulenza allo Sportello di progettazione sociale (gratuita per  gli ETS nel rispetto delle modalità stabilite nella carta dei servizi) scrivici una mail a sociale@volontariato.torino.it

Carattere
Contrasto

Questo sito utilizza cookies per monitorarne l'attività e migliorarne la consultazione. <br>Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi