fbpx

Interventi di promozione e sostegno del Volontariato, Bando 2014

La provincia di Torino ha emesso il Bando 2014 per la concessione di contributi a sostegno del Volontario finalizzati a sostenere progetti e attività. Anche quest’anno sono previste due differenti linee di finanziamento, le OdV sono dovranno scegliere a quale delle due linee presentare la domanda di contributo.

1) Enti Gestori dei Servizi socio-assistenziali e Città di Torino:

In questa prima linea le istanze di contributo devono essere presentate direttamente agli Enti Gestori che gestiranno autonomamente le risorse, secondo le indicazioni fornite dalla Provincia di Torino (Scarica il bando degli enti gestori).

Priorità: si darà priorità ai progetti miranti alla soddisfazione di bisogni primari di famiglie e singoli in grandi situazioni di disagio, marginalità e povertà al fine di favorire l’integrazione sociale ed economica non limitata al mero sostegno finanziario.

Risorse disponibili in questa linea: Euro 900.000,00 suddivise per ciascun bacino territoriale.

Ogni ente gestore ha stabilito procedere e modalità differenti per l’accesso al finanziamento. In questa pagina verranno inserite e aggiornate le principali informazioni. È in ogni caso indispensabile fare riferimento al proprio ente di riferimento, reperibile nel documento qui allegato.

Elenco enti gestori (Scarica l’elenco)

Alcune informazioni:

Comune di Torino

Data di scadenza per presentare le domande: 3 aprile 2014

Informazioni a:  http://www.comune.torino.it/rapportiterzosettore/

Consorzio intercomunale dei servizi assistenziali C.I.S. Ciriè
Data di scadenza per presentare le domande: 4 aprile 2014
Informazioni a: http://www.ciscirie.it/news/news_dettaglio.aspx?idn=96

Consorzio Intercomunale dei Servizi Socio Assistenziali (C.I.S.S.A.)
Data di scadenza per presentare le domande: 2 aprile 2014
Informazioni a: http://www.cissa.it/Default.aspx  

Le informazioni sono in fase di pubblicazione a seconda della loro pubblicazione sui siti dei diversi Enti Gestori.

2) Provincia di Torino:

Per questa linea di finanziamento le modalità e le procedure sono esposte nel bando 2014.

Ente erogatore

Provincia di Torino
Ufficio Terzo Settore
Via Maria Vittoria, 12 – 10123 Torino
Tel. 011/8612848 – 2393
e-mail: settore2@provincia.torino.it

Soggetti che possono presentare la domanda

Possono presentare una unica domanda di contributo esclusivamente le Organizzazioni iscritte, da almeno un anno alla data di presentazione dell’istanza, nel Registro regionale delle Organizzazioni di Volontariato, Provincia di Torino, e appartenenti alle seguenti Sezioni:

  • Socio-assistenziale
  • Sanitaria
  • Impegno civile, tutela e promozione dei diritti

Obiettivi

La richiesta di contributo da parte delle Organizzazioni di volontariato, indipendente dalla programmazione territoriale, può riguardare sia il finanziamento di una delle attività istituzionali sia il finanziamento di un nuovo progetto attraverso:

  • azioni innovative relative a metodologie, tipologia di bisogni affrontati o soluzioni proposte
  • mantenimento di interventi già realizzati.

Sono esclusi i progetti o le attività mirate alla soddisfazione di bisogni primari di famiglie e singoli in grandi situazioni di disagio, marginalità e povertà, in quanto previsti nella linea di finanziamento dedicata agli Enti territoriali.

Risorse disponibili in questa linea

Euro 100.000.

Scadenza:

17 Aprile 2014

Ambito territoriale

Provincia di Torino

Periodo di realizzazione

Il contributo può coprire le spese relative allo svolgimento degli interventi effettuati nel periodo 1° giugno 2014 – 30 giugno 2015

Entità contributo

Il contributo massimo che potrà essere concesso dalla Provincia di Torino al progetto/attività ammonta a Euro 8.000,00.

Il costo complessivo massimo del progetto/attività che ciascuna Organizzazione può realizzare ammonta a Euro 15.000,00.

L’Organizzazione di volontariato dovrà assicurare un cofinanziamento pari almeno al 10% del costo totale del progetto/attività. Tale percentuale dovrà essere garantita anche in sede di rendicontazione del progetto/attività, in caso contrario si provvederà alla riduzione del contributo assegnato sino a riportare la quota di risorse proprie che l’Organizzazione deve garantire all’importo equivalente al 10% del costo complessivo sostenuto.

Il cofinanziamento potrà essere costituito da:

  • risorse proprie del soggetto proponente
  • eventuali contributi finanziari di altri soggetti pubblici e/o privati assegnati specificatamente per il progetto/attività.

Spese ammissibili a contributo

Nelle azioni progettuali proposte dalle Organizzazioni di volontariato si considerano oneri ammissibili a contributo le seguenti voci di spesa:

  1. rimborso delle spese documentate ed effettivamente sostenute dai volontari impegnati nello svolgimento del progetto/attività (ai sensi della normativa vigente non possono essere effettuati rimborsi forfettari) adottando le modalità ed i limiti preventivamente stabiliti dall’organizzazione alla data di presentazione del progetto/attività (come si evince dal verbale di approvazione progetto/attività). Il tetto massimo di spesa per rimborso chilometrico è comunque fissato in Euro 0,40/Km. e per rimborso pasto in Euro 7,00/pasto;
  2. oneri assicurativi dei soli volontari impegnati nello svolgimento del progetto/attività per la quota parte relativa al periodo di realizzazione dello stesso;
  3. oneri per collaboratori o consulenti esterni, personale dipendente impegnato nella realizzazione del progetto/attività, rimborsi spese del personale retribuito interno ed esterno in misura non superiore al 40% del costo complessivo del progetto/attività, purché il loro coinvolgimento sia indispensabile alla realizzazione dello stesso e qualora non sia possibile che le medesime funzioni siano svolte dai volontari;
  4. oneri per l’acquisto di beni strumentali, attrezzature e materiali per la realizzazione delle iniziative;
  5. foneri per locali/strutture e relative utenze utilizzati per il progetto/attività, da specificare anche in termini percentuali rispetto al totale annuale dei medesimi
  6. spese per interventi in favore dei destinatari;
  7. oneri inerenti la pubblicizzazione del progetto/attività, non superiori al 10% del costo complessivo del medesimo.

Spese non ammissibili a contributo

Negli interventi proposti dalle Organizzazioni di volontariato sono considerati oneri non ammissibili a contributo le seguenti voci di spesa:

  1. oneri per l’acquisto di beni immobili o per la ristrutturazione di immobili;
  2. oneri per l’acquisto di mobili e arredi non inerenti il progetto/attività
  3. spese per l’ordinario funzionamento dell’Organizzazione, qualora non riferite al
  4. progetto/attività;
  5. oneri relativi ad attività promozionali e a spese di rappresentanza dell’Organizzazione;
  6. oneri relativi a seminari e convegni;
  7. oneri relativi alla formazione dei volontari anche se specificatamente riferita al progetto/attività;
  8. oneri relativi ad attività di reperimento fondi in favore dell’Organizzazione e delle sue attività;
  9. oneri relativi ad attività commerciali e produttive marginali, incluse le attività che prevedono
  10. quote di partecipazione, a parziale o totale copertura dei costi, da parte dei beneficiari;
  11. oneri relativi a viaggi/trasferte al di fuori del territorio provinciale tranne che per eventuali
  12. spostamenti previsti in favore di particolari categorie di beneficiari;
  13. oneri per attività già oggetto di convenzione con Enti pubblici o soggetti privati.

Modalità e termini di presentazione della domanda di contributo

L’istanza, redatta secondo lo schema di domanda allegato dovrà essere corredata dai seguenti documenti:

  • Progetto/attività descrittivo, comprensivo della previsione finanziaria e della richiesta di contributo, compilato in tutte le sue parti e sottoscritto dal legale rappresentante, redatto secondo la “scheda progetto/attività” allegata
  • Fotocopia del documento di identità in corso di validità del legale rappresentante
  • Copia della deliberazione di approvazione del progetto/attività adottata dal consiglio direttivo o dall’assemblea dei soci dell’organizzazione.

I soggetti proponenti possono presentare una unica istanza di contributo.

Le domande di contributo e i progetti dovranno pervenire, a pena di esclusione, ENTRO E NON OLTRE le ore 15.00 del 17 aprile 2014.

Le istanze dovranno essere indirizzate a:
Provincia di Torino – Servizio Politiche sociali e di Parità
UFFICIO TERZO SETTORE
Via M. Vittoria, 12 – 10123 Torino

Il recapito delle domande dovrà essere effettuato con le seguenti modalità:

1) direttamente o a mezzo posta (posta celere compresa). E’ammessa anche la consegna tramite agenzie di recapito autorizzate. Sulla busta chiusa contenente l’istanza dovrà essere riportata l’indicazione del mittente e la seguente dicitura:

BANDO ANNO 2014 – ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO

La consegna diretta o tramite agenzia di recapito dovrà esclusivamente effettuarsi presso:

la Segreteria del Servizio Politiche Sociali e di Parità – Via M. Vittoria, 12 (scala A, piano II) – 10123 Torino nel seguente orario: da lunedì a giovedì ore 10,00 – 12,00/14,00 – 16,00, il venerdì ore 10,00 – 12,00.

Il recapito del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente e la Provincia non assume responsabilità per la mancata ricezione della domanda dovuta a disguidi postali o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

Non saranno ammesse le domande e i progetti pervenuti oltre il suddetto termine di scadenza, (NON farà fede il timbro postale).

2) tramite posta elettronica certificata (PEC) inoltrata esclusivamente all’indirizzo: 

protocollo@cert.provincia.torino.it

In questo caso la domanda e i relativi allegati, il tutto in formato pdf, dovranno essere inviati esclusivamente dall’indirizzo PEC dell’associazione richiedente.

In tal caso nell’oggetto del messaggio dovrà essere riportata la dicitura:

BANDO ANNO 2014 – ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO.

La documentazione deve essere firmata in originale, ove richiesto dalla modulistica, successivamente scannerizzata, ed inviata tramite PEC unitamente ad un documento di identità del sottoscrittore in corso di validità. È ammessa in alternativa la sottoscrizione con firma digitale. La firma digitale dovrà essere embedded e non detached (ovvero, il file firmato e la firma devono essere contenuti in un’unica busta-file), e dovrà essere valida al momento della ricezione da parte della Provincia di Torino.

Affinché la documentazione trasmessa possa essere recepita dal sistema informatico, si specifica che ogni singolo file dovrà avere dimensioni non superiori a 10 MB, e la somma totale dei singoli file e della busta di trasporto non deve superare i 25 MB.

Modalità di erogazione del contributo

Il contributo concesso potrà essere corrisposto con le seguenti modalità:

  • anticipo del 70% dietro presentazione di idonee garanzie (fideiussione bancaria o assicurativa) sull’importo dell’anticipo da erogare;
  • unica soluzione o saldo 30% dietro presentazione di relazione sullo svolgimento del progetto/attività e sui risultati ottenuti e di rendicontazione finale delle spese complessivamente sostenute.

Fideiussione

Le organizzazioni beneficiarie che intendono richiedere l’erogazione dell’anticipo del contributo pari al 70% dovranno stipulare apposita fideiussione bancaria o assicurativa a garanzia dell’anticipo da erogare. La fideiussione dovrà contenere la clausola della rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, di cui all’art. 1944 del codice civile. La fideiussione, che costituisce costo imputabile al progetto/attività, dovrà essere presentata contestualmente alla richiesta di anticipo, entro e non oltre il 30 settembre 2014.

Indirizzi utili e sito web

http://www.provincia.torino.gov.it/solidarietasociale/registro_volont/bandi

Allegati

NB: le indicazioni riguardanti la documentazione relativa  alle domande da presentare agli enti locali saranno disponibili sul sito web di ciascun ente secondo modalità e tempistiche diverse per ciascuna istituzione.

Per quanto concerne la quota che fa capo alla Provincia di Torino alleghiamo:

 

Il testo, anche se curato con scrupolosa attenzione, non può comportare specifiche responsabilità per involontari errori in capo al V.S.S.P.

Carattere
Contrasto

Questo sito utilizza cookies per monitorarne l'attività e migliorarne la consultazione. <br>Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi