Skip to main content

Vol.To presenta NEON all'evento finale del P.IN.S – Piemonte Innovazione per il sociale

Martedì 29 giugno è in programma l’evento finale del progetto P.IN.S. –  #innovazionexilsociale. Si inizia alle 10:00 con un evento online in diretta Facebook, Youtube e sul sito web di Confcooperative Piemonte Nord. Nel corso dell’evento, che chiuderà il percorso P.IN.S., sarà presentato il progetto N.E.O.N., come buona pratica di realizzazione: i giovani del team progettuale hanno infatti imparato molto, grazie agli incontri di P.IN.S., sulle tecniche di gestione di un progetto di dimensione europea e di ricaduta locale
La diretta sarà su:
Facebook – https://www.facebook.com/ConfPiemonteNord/ 
You Tube – https://www.youtube.com/watch?v=cQICDslASFk
Sito – https://piemontenord.confcooperative.it/eventi/innovazionexilsociale/
P.IN.S – PIEMONTE INNOVAZIONE PER IL SOCIALE è stato un percorso formativo di accompagnamento e supporto allo sviluppo di idee progettuali, per una durata complessiva di 44 ore e che si è svolto da settembre 2020 a oggi.
Il percorso è racchiuso nell’Atto di indirizzo “WECARE: Welfare Cantiere Regionale – Strategia di innovazione Sociale della Regione Piemonte”, un intervento attuato con fondi europei attraverso le risorse del FSE (Fondo Sociale Europeo) e FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) e derivanti dal POR (Piano Operativo Regionale) 2014-2020.
PINS Piemonte è iniziativa di un partenariato composto da Nodo c.s.c.s (Capofila), Ping s.c.s., CICSENE, Fondazione Istituto Tecnico Superiore per le Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione ed è realizzato in collaborazione e in rete con Make A Cube e Fondazione Torino Wireless.
Vol.To ha partecipato a P.IN.S. attraverso il gruppo di lavoro del progetto N.E.O.N. – Not Excluded from Our Neighbourhood, finanziato nell’ambito del Corpo Europeo di Solidarietà: 12 partecipanti in tutto (5 giovani e 7 studenti dell’IIS Giuseppe Peano), che hanno seguito a turno gli incontri proposti.

Vol.To dà il benvenuto ai quattro giovani ragazzi del Servizio Civile

Da martedì 25 maggio hanno iniziato a collaborare alla realizzazione del progetto Le cose che abbiamo in comune quattro giovani ragazzi del Servizio Civile a cui Vol.To dà il suo caloroso benvenuto.

Gabriele Marrè-Brunenghi, Michela Brancatelli, Edvige Mostardi e Asja Rossi si occuperanno durante i dodici mesi di servizio di tutte le fasi di un progetto che ha come obiettivo generale sensibilizzare i giovani alla cultura della pace, della solidarietà e dei diritti umani creando spazi di dialogo per riflettere sul concetto di “differenza” intesa come risorsa e non come limite.

Nello specifico i volontari si occuperanno di:

  • Organizzare e sviluppare percorsi di educazione e promozione della pace e della solidarietà che verranno organizzati in tre Istituti Superiori del comune di Torino
  • Trasmettere all’interno di alcune classi di Istituti Superiori un’idea di Europa inclusiva informando e orientando i giovani su storia, doveri e opportunità europee
  • Strutturare e proporre ad alcuni Istituti Superiori dei percorsi di Educazione Civica
  • Pianificare e promuovere alcuni eventi e una campagna di sensibilizzazione sul territorio rispetto ai temi dell’inclusione e dell’antidiscriminazione
  • Svolgere alcune attività di segreteria e di supporto al personale del CSV

Per conoscere un po’ meglio i quattro giovani ragazzi di Servizio Civile abbiamo chiesto loro presentarsi in una breve descrizione a 360 gradi.

Ciao! Sono Gabriele Marrè-Brunenghi, ho 25 anni (26 quest’anno), sono nato e cresciuto a Torino e da una laurea triennale in Scienze Strategiche presso UniTo sono passato ad un corso magistrale in Scienze Internazionali nello stesso ateneo (percorso Peace&Conflict, prima percorso Diritti Umani).
Sono un appassionato di aviazione, nautica, escursionismo e ciclismo ma anche di informatica, tecnologia, giochi da tavolo e videogiochi. A livello più accademico invece mi affascina tutto ciò che ha a che fare con la Storia, la sociologia e l’antropologia.
Il volontariato ed il servizio verso il prossimo sono stati parte integrante della mia vita e della mia formazione fin da quando ero ragazzino, negli anni ho operato in tante associazioni diverse ed ho anche contribuito a crearne di nuove (per quanto piccole).
Con il tempo, mi sono accorto di trovarmi a mio agio nelle attività di insegnamento e formazione. Ed è così che sono arrivato al progetto “Le cose che abbiamo in comune” di Vol.To, in parte perché il CSV è una realtà a me già familiare ma soprattutto perché questo percorso mi dà l’opportunità di interagire come formatore con una vera e propria classe del liceo, con cui ritengo sia più complesso relazionarsi rispetto ad un ristretto gruppo di persone interessate in partenza a cosa voglio insegnargli. Il focus sul cyberbullismo ha poi attirato ancora di più la mia attenzione da appassionato di informatica e interazione sociale sul web.

Ciao, sono Michela Brancatelli e ho 26 anni. Sono nata e cresciuta e Sicilia ma da circa 2 anni vivo a Torino. Dopo aver conseguito la laurea triennale in Scienze Politiche e delle relazioni internazionali ho deciso di proseguire con la magistrale in Scienze Internazionali all’Università di Torino ed è per questo il motivo che mi sono trasferita qui.
Sono una persona socievole e curiosa, mi piace conoscere e scoprire sempre cose (e persone) nuove. A questo proposito certamente una delle esperienze umanamente più formative della mia vita è stato un tirocinio Erasmus+ come project manager assistant a Barcellona, in Spagna, qualche anno fa.
Sin da bambina ho svolto diverse attività: ho fatto parte di un gruppo scout, danza anche a livello agonistico, per qualche tempo ho preso parte a diverse iniziative del Circolo ANSPI locale e in tempi più recenti ho svolto del volontariato per una pubblica assistenza.
Quello che mi ha spinto ad inviare la mia domanda per il progetto “Le cose che abbiamo in comune” è stata l’idea e la volontà di fare qualcosa di concreto e di poter condividere valori e idee in cui credo (che essenzialmente hanno anche guidato la scelta del mio percorso di studi) e che rispetto già nel mio piccolo con un “raggio” più ampio di persone.

Mi chiamo Edvige Mostardi, ho 22 anni e sono la seconda figlia, e unica femmina, di cinque figli. Sono una ragazza molto creativa e sono un’ottima ascoltatrice. Frequento il terzo anno di Scienze della Comunicazione presso UNITO.
A primo impatto posso sembrare timida ma conoscendomi si scopre che sono estroversa e con tanta voglia di mettermi in gioco. Da due anni a questa parte mi sono introdotta nel mondo del fitness. Mi piace leggere ma allo stesso tempo mi piace altrettanto scrivere.
Ho partecipato ad un PON (programma operativo nazionale) come tutor presso l’Istituto Comprensivo – Di Nanni a Grugliasco. Faccio parte di due associazioni di volontariato, Associazione Lyme Italia e coinfezioni e ABIO a Torino.
Da questo percorso di Servizio Civile mi aspetto una crescita personale e l’acquisizione di competenze e conoscenze nuove. Rispetto al progetto vorrei mettermi in gioco nel mondo dei giovani e con i giovani al fine di arrivare a comunicare messaggi positivi e a renderli più consapevoli rispetto ai temi importanti inseriti nel progetto.

Piacere, sono Asja Rossi e sono di Torino, ho 23 anni e attualmente frequento il quarto anno magistrale di Scienze Tecniche dello Sport. L’amore per lo sport mi ha portato a frequentare la facoltà di Scienze delle Attività Motorie e Sportive per rendere questa passione il mio lavoro futuro.
Sono una persona solare e dinamica e mi diverto ad intraprendere sempre cose nuove. Le mie passioni più grandi sono sicuramente il nuoto e il beach volley, ma ho anche altri hobby come l’arte, in particolare dipingere e disegnare. Mi piace leggere e ultimamente dedicarmi al giardinaggio e, inoltre, sono un’amante della natura e degli animali.
Attualmente sono un’insegnante della disciplina del triathlon e in passato ho svolto dei progetti sportivi in diverse scuole elementari a Torino. L’esperienza passata che porto in particolare nel cuore è stata l’Erasmus che ho vissuto due anni fa in Spagna.
Da questo nuovo percorso mi aspetto di imparare a collaborare con le persone per uno scopo concreto comune, di approfondire temi importanti che toccano la società in cui viviamo oggi cercando di creare insieme al team un progetto valido e che lasci il segno.

“Il Servizio Civile Universale: opportunità, obiettivi e modalità”: il video della diretta Facebook

Martedì 25 maggio 2021 Maida Caria, Responsabile della Progettazione e del Coordinamento del Servizio Civile Universale, ha parlato in diretta sulla pagina Facebook del Centro Servizi per il Volontariato di Torino (@VolToCsv) di “Il Servizio Civile Universale: opportunità, obiettivi e modalità”. Moderatore dell’incontro il giornalista Alberto Manzo.

Sul canale Youtube del CSV Vol.To sono disponibili i video delle dirette Facebook che si sono tenute dallo scorso marzo.

Generation Italia, opportunità per le associazioni che assistono giovani

Generation Italy, organizzazione non profit fondata da McKiney & Co., nasce con la duplice missione aiutare giovani ad entrare nel mondo del lavoro e di supportare le imprese nell’individuare personale con le competenze e la motivazione di cui hanno bisogno. Dal 2018 ad oggi, 1090 studenti sono entrati nella nostra rete, di cui 827 sono già diventate risorse di una delle sue aziende partner e 263 sono in fase di placement. Generation Italy conta infatti su circa 400 aziende che, al termine dei nostri corsi di formazione, assicurano ai ragazzi e alle ragazze un colloquio ai fini di inserimento.
Il 17 maggio partirà proprio a Torino il corso per diventare operatori CNC, e cioè operatori per macchine a controllo numero specializzato. Il corso, della durata di 12 settimane, metà in presenza e metà in digitale, è completamente gratuito e fruibile da tutti i candidati di un’età compresa tra i 18 e i 29 anni. L’opportunità offerta potrebbe essere davvero rilevante anche per tutte quelle Associazioni che assistono proprio quei giovani di quella specifica fascia di età.

Per altre informazioni sul corso in partenza il 17 maggio: clicca qui
Per maggiori informazioni su Generation Italy: clicca qui

VOLMANEL – Volunteering Manager E-Learning

VOLMANEL – Volunteering Manager E-Learning
Ente finanziatore Commissione Europea – LLP Leonardo
Partenariato ●    PNE Group – Regno Unito
●    E.N.T.E.R. – Austria
●    Vsl Socialiniu Inovaciju Centras – Lituania
●    VSSP (ora Vol.To)
●    Regionalne Centrum Wolontariatu – Polonia
Periodo e luogo di realizzazione 2012-2013
Regno Unito (Newcastle upon Tyne), Austria (Graz), Lituania (Ežero), Italia (Torino), Polonia (Katowice)
 Concluso
Beneficiari di primo livello Manager di volontari
Beneficiari di secondo livello Volontari;
Associazioni di volontariato.
Il progetto Volmanel era finalizzato all’individuazione e al rafforzamento dell’insieme di competenze legate ai curricula dei manager di volontari. Lo scopo generale dei progetto è stato quello di promuovere l’integrazione fra apprendimento e lavoro nell’ambito del Terzo Settore.
Approfondimenti http://www.youropa-project.eu/2013/04/16/volmanel-volunteer-management-e-learning/

http://www.ffeuskadi.net/p/volunteer-management-e-learning

Click here for the English version.

Torna alla pagina dei Progetti di Vol.To

TAP – Together Against Poverty

TAP – Together Against Poverty
Ente finanziatore Commissione Europea – Erasmus+ – Key Action 2 – Strategic Partnerships
 

Partenariato

●    Centre for Education and Entrepreneurship Support – Polonia (capofila)
●    Confederación Española de Centros de Enseñanza – Spagna
●    Mittetulundusühing MITRA – Estonia
●    VSSP (ora Vol.To)
●    Consorț. Internaț. Lectura și Scrierea pentru Dezvoltarea Gandirii Critic – Romania
●    Stichting LEIDO – Paesi Bassi
Periodo e luogo di realizzazione 1° settembre 2014 – 31 agosto 2016
Polonia (Rzeszów), Spagna (Madrid), Estonia (Tallinn), Italia (Torino), Romania (Cluj-Napoca), Paesi Bassi (Amsterdam)
Concluso
Beneficiari di primo livello Persone in condizioni di povertà;
Politici e decision-maker nel campo delle politiche sociali.
Beneficiari di secondo livello Istituzioni, associazioni e realtà coinvolte nei processi di lotta alla povertà.
Il progetto TAP nasce con l’intento di migliorare, da un lato, i modelli di sicurezza sociale europei e, dall’altro, di diffondere tra le persone a rischio di povertà una cultura e competenze specifiche nel campo dell’imprenditorialità. Il principale obiettivo del progetto TAP è stato quello di sviluppare uno strumento educativo con lo scopo di contrastare la povertà. Il progetto è stato portato avanti in due macrofasi: una fase di ricerca sul tema della povertà e sul funzionamento dei modelli di sicurezza sociale e una fase due con workshop, attività di laboratorio sullo sviluppo di competenze imprenditoriali e gestione delle politiche sociali.
Approfondimenti

Click here for the English version.

Torna alla pagina dei Progetti di Vol.To

BEVIN – dataBase of Effective opportunities in the field of Validation of non-formal and INformal learning

 

BEVIN – dataBase of Effective opportunities
in the field of Validation of non-formal
and INformal learning

Ente finanziatore Commissione Europea – Erasmus+ – Key Action 2 – Strategic Partnerships
Partenariato ●   Centre for Education and Entrepreneurship Support – Polonia – Polonia (capofila)
●   Sea Teach S.L. – Spagna
●   Vol.To
●   Center RUNI – Bulgaria
●  Biedriba Eurofortis – Lettonia
Periodo e luogo di realizzazione 1° ottobre 2015 – 30 settembre 2017
Polonia (Rzeszów), Spagna (Cala D’or), Italia (Torino), Bulgaria (Sofia), Lettonia (Riga)
 

Concluso

Beneficiari di primo livello Adulti impegnati in un percorso di formazione non formale o informale;
Docenti e formatori.
Beneficiari di secondo livello Istituzioni, associazioni e realtà coinvolte nei processi di apprendimento formale e non formale;
Volontari
Il progetto BEVIN nasce con l’intento di migliorare la riconoscibilità delle competenze acquisite da adulti attraverso l’apprendimento non formale e informale. Il progetto ha portato alla realizzazione di un database di strumenti efficaci per la validazione dell’apprendimento non formale e informale e allo sviluppo di un programma per l’analisi del trend d’utilizzo dei diversi strumenti europei di validazione delle competenze.
Approfondimenti https://www.volontariatotorino.it/giovaniecittadini/bevin-ita/

Click here for the English version.

Torna alla pagina dei Progetti di Vol.To

AWAKE – Aging With Active Knowledge and Experience

AWAKE – Aging With Active Knowledge
and Experience

 

Financier European Commission – LLP Grundtvig
Partnership ●    Centre for Senior Citizen Initiatives – Poland
●    VSSP (now Vol.To) – Italy
●    Lithuania Adult Education Centres Leader Association – Lithuania
●    Asociata Educatia de a Lungul Intregii Vieti – Romania
●    Asociación De Mujeres Por Un Envejecimiento Saludable (Ames) -Spain
●    NGO Education innovations transfer centre – Latvia
Time and Location 2011-2013
Poland (Poznań), Italy (Turin), Lithuania (Siauliai), Romania (Târgu Jiu), Spain (Madrid), Latvia (Jelgava)
Completed
First-Level Beneficiaries Adults and elderly people
Second-Level Beneficiaries Volunteers
The A.W.A.K.E project promoted a sharing of good practices and experiences to improve mobility and lifelong learning in people over 50 years old with a specific focus on non-formal and informal learning.
Extra – Information https://bit.ly/3rqt99H
●    https://www.facebook.com/awakegrundtvig/

► Clicca qui per il testo in italiano.

Go back to Vol.To’s Projects.

VOLMANEL – Volunteering Manager E-Learning

 

Financier European Commission – LLP Leonardo
Partnership ●    PNE Group – United Kingdom
●    E.N.T.E.R. – Austria
●    Vsl Socialiniu Inovaciju Centras – Lithuania
●    VSSP (now Vol.To) – Italy
●    Regionalne Centrum Wolontariatu – Poland
Time and Location 2012-2013
United Kingdom (Newcastle upon Tyne), Austria (Graz), Lithuania (Ežero), Italy (Turin), Poland (Katowice)
Completed
First-Level Beneficiaries Volunteer managers
Second-Level Beneficiaries ●   Volunteers;
●   Volunteer associations
The main idea of the Volmanel project was to identify and improve the skills of the volunteer managers to promote integration and learning in social contexts.
Extra – Informations ●   http://www.youropa-project.eu/2013/04/16/volmanel-volunteer-management-e-learning/
●   http://www.ffeuskadi.net/p/volunteer-management-e-learning

► Clicca qui per il testo in italiano.

Go back to Vol.To’s Projects.