Skip to main content

Mountain Lab

Titolo del progetto
Mountain Lab

Codice del progetto
PTCSU0013223011252NMTX

Sedi di progetto

  • 2 volontar* di cui 1 GMO, con vitto, presso AL CICAPUI ASD E APS – Piazza Vetta d’Italia 13, 10149, Torino.
  • 1 volontar*, con vitto e alloggio, presso AL CICAPUI ASD E APS – Frazione BIOLE’ – Migliere 0 GROSCAVALLO (TO)
  • 1 volontar*, senza vitto, presso GAL VALLI Del Canavese – Via Circonvallazione 9, 10080 Rivara (TO)

I GMO sono Giovani con difficoltà economiche desumibili da un valore ISEE inferiore o pari alla soglia di 15.000 euro

Obiettivi del progetto
L’obiettivo generale del progetto è quello di valorizzare il patrimonio delle Valli di Lanzo e  del Canavese, attraverso la sistematizzazione di un quadro coordinato dell’offerta turistica sostenibile e proponendo attività socio culturali e nuovi strumenti di fruizione e sviluppo del territorio.

Attività dei volontari
ATTIVITA’ 0 – ACCOGLIENZA E INSERIMENTO NEL SERVIZIO – PRESSO TUTTE LE SEDI

ATTIVITA’ 1: MAPPATURA – PRESSO TUTTE LE SEDI

– Attività di ricerca e raccolta dati

– Inserimento dati e Aggiornamento di Open Street Map e app VIAVAI

– Promozione degli strumenti di mappatura: Open Street Map e VIAVAI

ATTIVITA’ 2: PROGETTAZIONE FINALIZZATA ALLO SVILUPPO DEL TERRITORIO

-Progetti di sviluppo locale – PRESSO TUTTE LE SEDI

– Progetti di sviluppo Europei – PRESSO GAL

ATTIVITA’ 3 : EVENTI ED ATTIVITA’ LABORATORIALI

– Eventi – PRESSO TUTTE LE SEDI

-Laboratori ed attività socializzanti – PRESSO AL CICAPUI (Groscavallo – Torino)

-Summer Camp – PRESSO AL CICAPUI (Groscavallo)

ATTIVITA’ 4 : COMUNICAZIONE – PRESSO TUTTE LE SEDI

Formazione
La formazione generale si svolgerà in presenza presso la sede di Vol.To in via Giolitti, 21 a Torino ed in modalità online per un totale di 20 ore. La formazione specifica sarà suddivisa in moduli di diversa durata per un totale di 76 ore e si svolgerà presso le sedi di progetto.

Durata del progetto e monte ore
12 mesi
Giorni di servizio settimanali: 5
Monte ore annuale: 1145 ore

Requisiti e richieste
Oltre ai requisiti richiesti dal Bando, nel periodo di chiusura estivo del GAL Valli del Canavese (due settimane centrali di agosto) il civilista accolto presso l’ente svolgerà le attività presso la sede dell’Associazione Al Cicapui di Torino e/o Groscavallo.
Nel periodo di chiusura dell’Associazione Cicapui (15 giorni  a settembre) i civilisti presso l’associazione svolgeranno le attività presso la sede del GAL Valli del Canavese.

Contatti
Al cicapui a.s.d e a.p.s
Chiara Ferraris
alcicapui@alcicapui.it
Pagina Facebook:Al Cicapui ASD-APS
Pagina Instagram:al_cicapui

GAL Valli del Canavese
Sara Martinengo
info@galvallidelcanavese.it
Pagina Facebook: GAL Valli del Canavese
Pagina Instagram: galvallidelcanavese
  

Scarica la scheda dettagliata del progetto QUI

 

Accogliere e imparare per crescere insieme

Titolo del progetto
Accogliere e imparare per crescere insieme

Codice del progetto
PTCSU0013223011261NMTX

Sedi di progetto

  1. 4 volontar* di cui 1 GMO, con vitto, presso Associazione Don Bernardino Reinero – Scuola SS. Natale via Piedicavallo, 5 10145 Torino (TO)
  2. 3 volontar* di cui 1 GMO, con vitto, presso Fondazione Piazza dei Mestieri Marco Andreoni ETS – Via Jacopo Durandi 13, 10144 Torino (TO)
  3. 2 volontar* di cui 1 GMO, senza vitto, presso A.Gio. Torino ODV – Via Crea 27, 10095 Grugliasco (TO)

I GMO sono Giovani con difficoltà economiche desumibili da un valore ISEE inferiore o pari alla soglia di 15.000 euro

Obiettivi del progetto
L’obiettivo principale che si intende raggiungere, attraverso la realizzazione del progetto, consiste nell’offrire al maggior numero di bambini e giovani della Città metropolitana di Torino contesti educativi, inclusivi e accoglienti in cui crescere, studiare e conoscere sé stessi, grazie ad attività di aggregazione, inclusione, tutoraggio, proposte ludico-ricreative e di scoperta della bellezza e dei valori fondamentali per la loro crescita e per promuovere il loro benessere.

Attività dei volontari
Il ruolo del volontario consiste nel collaborare per l’implementazione delle attività descritte dal progetto, con una particolare attenzione verso le attività di tutoraggio a supporto delle iniziative e delle proposte educative, all’interno degli obiettivi indicati.

Nello specifico, le mansioni dei volontari saranno dunque così distribuite:

  1. Attività socializzanti e ludico-ricreative;
  2. Iniziative di supporto allo studio e di orientamento e di supporto digitale;
  3. Iniziative per contrastare pregiudizi e discriminazioni;
  4. Supporto a bambini e giovani con Bisogni Educativi Speciali.

Formazione
La formazione generale si svolgerà in presenza presso la sede di Vol.To in via Giolitti, 21 a Torino ed in modalità online per un totale di 20 ore. La formazione specifica sarà suddivisa in moduli di diversa durata per un totale di 72 ore e si svolgerà presso le sedi di progetto.

Durata del progetto e monte ore
12 mesi
Giorni settimanali: 5
Orario: monte ore annuo 1145 ore

Requisiti e richieste
Oltre ai requisiti richiesti dal Bando, è richiesto ai volontari è un titolo di studio pari almeno alla qualifica professionale, poichè si ritiene che questa fornisca ai volontari maggiori strumenti per confrontarsi con tematiche complesse come quelle che il progetto “Accogliere e imparare per crescere insieme” affronta: padronanza delle nozioni scolastiche di base, delicatezza ed attenzione ai minori in particolare in situazione di disagio.
Si specifica che gli orari di inizio e di fine attività saranno prevalentemente stabili, ma è richiesta la disponibilità alla flessibilità degli orari.
Sarà richiesta la presenza dei volontari anche in orari preserali e serali, non oltre le ore 23.00, e talvolta, sarà necessaria la partecipazione anche durante i weekend.
Le attività si svolgeranno prevalentemente in sede, ma è richiesta la disponibilità ad accompagnare i ragazzi durante le attività organizzate fuori sede, come le visite a luoghi di interesse, gite, soggiorni etc…
Inoltre, in particolare modo nel periodo estivo, può essere richiesta la presenza dei volontari ad attività svolte fuori città, per un massimo di 10 giorni, con copertura dei costi da parte dell’ente ospitante.

Contatti
Fondazione Piazza dei Mestieri
Roberto Dinocca
dinocca@piazzadeimestieri.it
Sito web: www.piazzadeimestieri.it
Pagina Facebook: Piazza dei Mestieri

Associazione Don Bernardino Reinero
Marina Stella
011.7710358
direzione@ssnatale.it
Sito web: www.ssnatale.it
Pagina Instagram: Scuole SS. Natale

Associazione Giovani Torino
Maurizio Colombarolli
agiotorino@libero.it
Pagina Facebook: A.GIO. – Associazione Giovani Torino

Scarica la scheda dettagliata del progetto QUI

 

Passi di civiltà

Titolo del progetto

Passi di civiltà

Codice del progetto

PTCSU0013223011262NMTX

Sedi di progetto

  • 1 volontar* di cui 1 GMO, senza vitto, presso ACP ONLUS Digit@TO – Via Maddalene, 30/A, 10154 – Torino
  • 2 volontar* di cui 1 GMO, con vitto, presso Associazione interculturale Karmadonne a.p.s. – Via Savonarola, 2, 10022 – Carmagnola (TO)
  • 2 volontar* di cui 1 GMO, senza vitto, presso Amici di Lazzaro Odv – Via Bibiana 29, 10147 – Torino
  • 2 volontar* di cui 1 GMO, senza vitto, presso LA CARITA’ DI SANTA LUISA ODV – via Nizza, 24, 10125 – Torino
  • 2 volontar* di cui 1 GMO, con vitto, presso Ufficio Pio della Compagnia di San Paolo Onlus – Piazza Bernini 5, 10143 – Torino

I GMO sono Giovani con difficoltà economiche desumibili da un valore ISEE inferiore o pari alla soglia di 15.000 euro

Obiettivi del progetto

L’obiettivo generale del progetto è quello di contribuire all’integrazione di quelle persone che per motivi di lingua, condizione economica, età o cultura vivono in condizioni di marginalitá sociale; rafforzare il tessuto relazionale di Carmagnola e Torino e prima cintura, in particolare dei quartieri di Torino Nord, San Salvario, Borgo Vittoria e Barriera di Milano, per sostenerli nell’accesso ai servizi gratuiti ed alle risorse disponibili.

Attività dei volontari

Gli operatori volontari saranno impegnati nelle seguenti attività declinate a seconda delle diverse tipologie previste dal progetto.

  • AREA INTEGRAZIONE: servizio antitratta di prevenzione e sostegno per donne in difficoltà; percorso di integrazione; progetto di supporto all’apprendimento informale della lingua italiana Tu per Tu;
  • AREA ASSISTENZA: attività di ascolto ed orientamento ai servizi; distribuzione di beni di prima necessità; servizio di colazione e cura per persone senza fissa dimora;
  • SUPPORTO ALL’ISTRUZIONE/EDUCAZIONE INFORMALE: corsi/laboratori per adulti; laboratori per persone senza fissa dimora; doposcuola;
  • AGGREGAZIONE SOCIALE: attività di aggregazione e conoscenza del territorio; organizzazione di eventi associativi aperti alla popolazione.

Formazione

La formazione generale si svolgerà in presenza presso la sede di Vol.To in via Giolitti, 21 a Torino ed in modalità online per un totale di 20 ore. La formazione specifica sarà suddivisa in moduli di diversa durata per un totale di 74 ore e si svolgerà presso le sedi di progetto.

Durata del progetto e monte ore

12 mesi
1145 ore annuali
5 giorni di servizio a settimana

Requisiti e richieste

Oltre ai requisiti richiesti dal Bando, si segnala che:

L’associazione Karmadonne richiede una eventuale disponibilità nel weekend e la sera (entro le ore 23), quando si svolgeranno eventi associativi.

L’associazione ACP, richiede flessibilita’ nell’orario e la disponibilita’ di un sabato al mese,  in occasione delle gite o degli eventi aggregativi speciali.

La Carità di Santa Luisa richiede flessibilità oraria, disponibilità a partecipare ad attività e formazioni organizzate in giorni festivi o nei fine settimana, disponibilità a occasionali spostamenti nell’intera area urbana, qualora essi siano necessari per lo svolgimento di attività e formazioni e scrupoloso rispetto della legge sulla privacy e massima riservatezza in merito ai dati sensibili e alle informazioni trattati durante l’espletamento del servizio.

Ufficio Pio prevede durante l’anno dei momenti di chiusura forzata della sede (di norma, una settimana nel mese di agosto e una nel mese di dicembre e alcuni ponti). Laddove fosse necessario, sarà possibile per i civilisti svolgere delle attività durante le chiusure degli uffici ad esempio con il lavoro da remoto. Ufficio Pio richiede inoltre una eventuale e saltuaria disponibilità nel weekend e la sera (di norma entro le 20, in ogni caso entro le ore 23), quando si svolgeranno attività di gruppo per i volontari dell’ente e/o momenti di formazione e monitoraggio dei progetti.

Contatti

La Carità di Santa Luisa ODV
Suor Cristina Conti, FdC Email: info@santaluisa24.it ; Telefono: 011 5780824
Mariapaola Sassi Email:mariapaola.sassi@gmail.com ; Cellulare: 340 4075070
Mail: info@santaluisa24.it
Sito web: http://www.casasantaluisa24.it/
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/santaluisa24/

Karmadonne
Sito web: https://www.karmadonne.it/
Profilo Instagram: https://www.instagram.com/karmadonne/
Mail: amministrazione.karmadonne@gmail.com

ACP Onlus
Sito web: https://acp-it.org/

Amici di Lazzaro
Sito web: https://www.amicidilazzaro.it/index.php/it/
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/associazione.amicidilazzaro
Mail: info@amicidilazzaro.it

Ufficio Pio della Compagnia di San Paolo Onlus

Scarica la scheda dettagliata del progetto qui

Al MAcA un servizio sostenibile

Titolo del progetto
Al MAcA un servizio sostenibile

Codice del progetto
PTXSU0013223011249NXTX

Sedi di progetto

  1. 4 volontar* senza vitto e alloggio presso Museo A come Ambiente – MAcA – Corso Umbria 90, 10144 Torino

Obiettivi del progetto
L’obiettivo generale del progetto è quello di incrementare la consapevolezza delle risorse ambientali di cui la comunità dispone nell’ottica di promuovere scelte ed azioni quotidiane che contribuiscano alla lotta al cambiamento climatico e alla tutela dell’ambiente.

Attività dei volontari
In tutte le attività proposte nel progetto gli operatori volontari verranno impiegati sia nelle attività di front office (accoglienza ed accompagnamento al pubblico) sia in quelle di back office (progettazione dell’offerta scientifico-culturale del Museo e di logistica e gestione delle prenotazioni).

Per quanto concerne il primo aspetto, i volontari avranno modo di fare esperienza di tutte le fasi di accoglienza e contatto con il pubblico del museo, facendo proprio l’approccio di hands on, ossia di imparare facendo che da sempre contraddistingue le attività del MAcA. In particolare, seguiranno i PILOT (collaboratori incaricati delle attività di educazione ambientale e per il pubblico) nel loro ruolo di divulgatori scientifici, imparando ad adattare i contenuti per un pubblico quanto più eterogeneo e a gestire gruppi di visitatori con età ed esigenze diverse. Seguiranno le visite guidate (prevalentemente nei fine settimana), ma anche le attività laboratoriali (il MAcA prevede percorsi laboratoriali per i bambini già a partire dai 3 anni). Durante la settimana lavoreranno con i gruppi scolastici e/o dei centri estivi, affiancando i PILOT nell’attività di divulgazione durante i laboratori, le visite e gli altri eventi, durante i fine settimana si rapporteranno con il pubblico e le famiglie che visiteranno il museo.

Formazione
La formazione generale si svolgerà in presenza presso la sede di Vol.To in via Giolitti, 21 a Torino ed in modalità online per un totale di 20 ore. La formazione specifica sarà suddivisa in moduli di diversa durata per un totale di 72 ore e si svolgerà presso la sede di progetto e presso la sede di Arpa.

Durata del progetto e monte ore
12 mesi
Giorni di servizio settimanale: 5 giorni
Ore di servizio: 25 ore settimanali

Requisiti e richieste
Oltre ai requisiti richiesti dal Bando, si chiede agli operatori volontari, per la natura dell’Ente presso il quale si troveranno a prestare il loro servizio, di garantire la disponibilità anche nei week end e nei festivi. In occasione di particolari eventi e/o ricorrenze i volontari potranno trovarsi a prestare servizio fuori dalla sede Museale. Le spese per il tragitto sono a carico del Museo. Si ricorda che, salvo diverse disposizioni, il Museo A come Ambiente resterà chiuso nel mese di agosto, durante questo periodo i civilisti potranno svolgere le attività di back office da remoto o presso la sede di Vol.To.

Contatti
Ramona Zait
E-mail: progetti@acomeambiente.org
Sito: acomeambiente.org
Facebook: museoambiente
Instagram: museomaca

 

Scarica la scheda dettagliata del progetto QUI

GRADUATORIE Servizio Civile Regionale – Progetto: CambiaMenti

Codice progetto: (codice PTCRP0008523010008NXXX)

Si riportano di seguito le graduatorie provvisorie dei candidati suddivise per ciascuna sede di progetto con l’indicazione in verde dei/delle candidati/e selezionati/e.
I candidati con punteggio pari a zero non si sono presentati al colloquio.
Il progetto, come da indicazioni della Regione Piemonte, sarà avviato in data 18/01/2024.

 

Vol.To – Volontariato Torino ETS
159361
Posti disponibili 4
Posti coperti 4

COMUNE DI ASTI
158963
Posti disponibili 1
Posti coperti 1

Città Metropolitana di Torino – CPIA Settimo
209692
Posti disponibili 1
Posti coperti 0

Città Metropolitana di Torino – CPIA Chivasso
209852
Posti disponibili 1
Posti coperti 1

L’ammissione definitiva avverrà previo controllo finale da parte della Regione Piemonte della sussistenza di tutti i requisiti di ammissione richiesti dal Bando.

Calendario colloqui Servizio Civile Regionale 2023 – CambiaMenti

Riportiamo di seguito le date e gli orari in cui si svolgeranno i colloqui di selezione per il progetto di Servizio Civile Regionale CambiaMenti.

ATTENZIONE: I CANDIDATI SONO AMMESSI SALVO DIVERSA INDICAZIONE DEL DIPARTIMENTO DOPO VERIFICA DEI REQUISITI

La presenza al colloquio sarà verificata attraverso la registrazione di valido documento di riconoscimento, in sua assenza non sarà possibile procedere.

Come indicato all’art. 5 “procedure selettive” del Bando, “La pubblicazione del calendario ha valore di notifica della convocazione a tutti gli effetti di legge e il candidato che, pur avendo inoltrato la domanda, non si presenti al colloquio nei giorni stabiliti, senza giustificato motivo, sarà da considerarsi escluso dalla selezione per non aver completato la relativa procedura”.

NB: il numero di Riferimento Domanda si trova sulla propria domanda di partecipazione in alto a sinistra.

 

I colloqui per i candidati di Vol.To – Volontariato Torino ETS si svolgeranno in data 23 novembre 2023 presso gli uffici di Via Giolitti 21 a Torino (secondo piano). Le convocazioni sono le seguenti:

Alle ore 9.30 dovranno presentarsi i candidati:

Riferimento Domanda
173
212
254
316
52

 

Alle ore 11.10 dovranno presentarsi i candidati:

Riferimento Domanda
236
320
259
217
288

 

Alle ore 14.00 dovranno presentarsi i candidati:

Riferimento Domanda
18
315
207
355
191

Nel caso di rinuncia allo svolgimento del Servizio Civile, chiediamo cortesemente al/alla candidato/a di avvisare Vol.To ETS inviando una mail a segreteria.serviziocivile@volontariato.torino.it

 

 

I colloqui per i candidati dell’Ente Comune di Asti si svolgeranno in data 16 novembre 2023 alle ore 9.30 presso i locali dell’Informagiovani del Comune di Asti in Corso Alfieri/angolo Via Goltieri.
Qui il link di riferimento al sito.
I candidati per il Comune di Asti sono i seguenti:

Riferimento Domanda
310
118
221
256
127
97
175

 

 

I colloqui per i candidati dell’Ente Città Metropolitana di Torino si svolgeranno in data 28 novembre 2023 alle ore 9.00 presso la stanza 5.29 degli uffici siti in Corso Inghilterra 7/9 a Torino.
Qui e Qui i link di riferimento al sito.
I candidati per la Città Metropolitana di Torino sono i seguenti:

Riferimento Domanda
162
99
260
243

 

 

 

Per maggiori informazioni sul progetto di Vol.To ETS CAMBIAMENTI clicca qui.

CambiaMenti

Codice del progetto
J79I23000570002

Sito per candidarsi
Clicca QUI per andare alla piattaforma di presentazione della domanda di partecipazione (scadenza 3 novembre 2023 ore 12.00)

Sedi di progetto
Volontariato Torino ETS
– 4 volontari presso la sede di Vol.To (via Giolitti 21, Torino)
Comune di Asti – 1 volontario presso la sede dell’InformaGiovani (Corso Vittorio Alfieri, 378 Asti)
Città Metropolitana di Torino – 2 volontari rispettivamente presso le sedi del CPIA 4 di Settimo (Via Zerboni, 1, 10036 Settimo Torinese) e Chivasso (Via Blatta, 26/c, 10034 Chivasso)

Obiettivi del progetto
L’obiettivo generale del progetto è promuovere l’empowerment dei giovani in condizione di disagio o esclusione sociale, favorendo la costruzione co-partecipata di azioni che mettano al centro i loro bisogni e le loro idee.
Il progetto mira a ridefinire il ruolo dei giovani proponendo di prendere parte alla co-creazione di attività, che li trasformino da soggetti passivi – semplici riceventi di azioni per loro ideate – ad attivi, diventando così agenti di trasformazione. Si intende, quindi, promuovere il loro coinvolgimento nei processi decisionali e la responsabilizzazione quali cittadini.

Attività dei volontari
I civilisti del progetto si occuperanno di organizzare le attività nelle scuole del territorio. Gli istituti coinvolti avranno la possibilità di considerare le ore di progetto come PCTO – Percorsi per le competenze Trasversali e l’Orientamento. Inoltre, le attività ideate da Vol.To saranno realizzate presso la sede del CPIA 4 di Settimo e Chivasso (altre sedi di progetto).

Nello specifico saranno realizzati:

  • Focus Group di 4 ore con l’obiettivo di stimolare la riflessione degli studenti circa i bisogni che non sono soddisfatti nell’ambiente scolastico e che potrebbero essere appagati grazie alla creazione di nuove attività scolastiche inerenti i seguenti ambiti: arte, tecnologia, ambiente, sport, giornalismo, cucina.
  • 2 workshop della durata di 4 ore Questi saranno le occasioni in cui strutturare le attività da realizzare presso ogni istituto. Si condivideranno con gli studenti i principi basilari del Project Cycle Management per permettere loro di comprendere come realizzare l’attività immaginata a partire dall’analisi di obiettivi, risorse, tempi.
  • In ogni scuola partecipante verrà implementata l’attività preparata dagli studenti, previo accordo con i dirigenti scolastici.
  • A conclusione del percorso sarà realizzato un incontro con gli studenti sull’emersione delle competenze per far accrescere nei giovani la consapevolezza rispetto alle competenze acquisite/sviluppate.
  • Gli Enti coprogettanti si impegnano a lavorare insieme per la realizzazione di un report che racconti ciò che emerge rispetto ai bisogni dei giovani nelle scuole coinvolte. Tale documento potrà essere usato come fonte in future progettazioni.

 

Formazione
I/le giovani che scelgono di partecipare alla realizzazione di progetti di Servizio Civile hanno diritto ad avere una formazione generale di 42 ore indirizzata alla conoscenza dei principi che sono alla base del Servizio Civile ed una formazione specifica di 43 ore sulle attività del progetto

Durata del progetto e monte ore
8 mesi – monte ore annuo pari a 765 ore

Requisiti e richieste
Oltre ai requisiti richiesti dal Bando, per la realizzazione del progetto ed in relazione al ruolo individuato per gli operatori volontari sarà data possibilità agli operatori volontari di svolgere attività da remoto, non superando il 30% delle ore totali previste dal progetto.
È inoltre richiesta la disponibilità alla flessibilità oraria giornaliera, nel rispetto del minimo di 20 ore e del massimo di 36 ore settimanali, e ad essere impegnati al sabato e/o domenica, nel rispetto dei 5 giorni di servizio settimanali, come da programmazione delle attività previste dalla sede assegnata. È, inoltre, richiesta la disponibilità a spostamenti programmati e/o missioni e/o pernottamenti eventualmente previsti per realizzare gli interventi; previa autorizzazione e nei limiti indicati dalla Disciplina vigente relativa ai rapporti tra enti e volontari e all’utilizzo dei mezzi dell’Ente (si specifica che gli enti di attuazione del progetto non hanno a loro disposizione veicoli adattati che possano essere condotti da persone in possesso della patente BS). È richiesta la disponibilità alla partecipazione ad eventuali corsi/seminari sul territorio nazionale, con spese a carico dell’Ente proponente e/o attuatore, previa autorizzazione e nei limiti indicati dalla Disciplina vigente relativa ai rapporti tra enti e volontari, e a spostamenti per partecipare agli incontri di formazione e monitoraggio Gli operatori volontari sono tenuti alla segretezza e a non divulgare le informazioni personali, all’osservanza del regolamento Privacy dell’Unione Europea, General data protection regulation, pubblicato in Gazzetta Ufficiale con il Decreto n.101/18 del 10 agosto 2018. Per le sedi della Città Metropolitana di Torino è obbligo ad usufruire di un terzo dei giorni di permesso rientranti nella propria disponibilità in concomitanza con gli eventuali periodi prestabiliti e programmati di chiusura della Sede di attuazione di progetto (laddove il numero dei giorni di chiusura fosse superiore ad un terzo dei giorni di permesso degli operatori volontari, l’ente provvederà con modalità o sede alternativa per consentire la continuità di servizio);


Contatti

Volontariato Torino
Mail: segreteria.serviziocivile@volontariato.torino.it
Sito web: https://www.volontariatotorino.it/
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/VolToCsv/
Profilo Instagram: https://www.instagram.com/voltocsv/
Twitter: https://twitter.com/VolToCsv

Comune di Asti
Mail: serviziocivile@comune.asti.it
Sito web: https://www.comune.asti.it/ 

Città metropolitana di Torino
Mail: serviziocivile@cittametropolitana.torino.it
Sito web: http://www.cittametropolitana.torino.it/cms/
http://www.cittametropolitana.torino.it/cms/politiche-sociali/servizio-civile

Scarica il Bando regionale QUI

Scarica la scheda dettagliata del progetto QUI

Impresa Sociale – Coesione, Sviluppo, Lavoro

Impresa Sociale – Coesione, Sviluppo, Lavoro

Il progetto mira a informare e sensibilizzare sui temi dell’economia civile e dell’imprenditorialità sociale, promuovendone lo sviluppo.

Per raggiungere questo obiettivo, le attività previste sono:

  1. Realizzazione di laboratori di costituzione e trasformazione: dedicati a coloro che desiderano costituire un nuovo Ente del Terzo Settore o trasformare in ETS un’altra tipologia di ente associativo.
  2. Attivazione di uno Sportello Impresa Sociale: finalizzato a dare un inquadramento generale su aspetti organizzativi, giuridici, contabili e fiscali in materia di Impresa Sociale.
  3. Organizzazione di seminari: rivolti ai vari soggetti che sul territorio di Torino partecipano all’ecosistema dell’economia civile, della finanza ad impatto e dell’innovazione sociale. In particolare, i seminari tratteranno i seguenti argomenti:

 Impresa Sociale – A Torino, in Piemonte, in Italia, in Europa
• Impatto Sociale – Una sfida per il Terzo Settore e per il mondo dell’Impresa
• Imprese Ibride. Modelli di innovazione per generare valore
• Modelli e servizi per lo sviluppo dell’Impresa Sociale

  1. Realizzazione di IS Digit & Web: un ambiente virtuale in cui reperire normative, documentazione e materiali multimediali sui temi dell’Imprenditoria Sociale.

Destinatari:

  • Enti del Terzo Settore, interessati ad esplorare la possibilità di convertire la propria forma organizzativa o di dar vita a degli “spin-off” per condurre attività a valenza imprenditoriale;
  • Imprese Sociali già costituite, interessate a confrontarsi con altre realtà ed esperti del settore;
  • aspiranti imprenditori sociali, interessati a dar vita a progetti innovativi per affrontare le sfide del nuovo welfare.


Ente finanziatore
:
 Camera di Commercio di Torino
Periodo di realizzazione: 01/07/2022 – 31/12/2023
Luogo di realizzazione: Città Metropolitana di Torino

I seminari

Nell’ambito del progetto si sono tenuti quattro seminari di approfondimento.

Impresa Sociale a Torino, in Piemonte, in Italia, in Europa

Lunedì 8 maggio 2023

  • Alberta Coccimiglio, Osservatorio imprenditorialità sociale CCIAA Torino
  • Felice Scalvini, Rivista Impresa Sociale
  • Giulia Galera, EURICSE

Impatto Sociale: una sfida per il Terzo Settore e l’impresa

Lunedì 15 maggio 2023

  • Paolo Biancone, Dip. Management UniTo
  • Mario Calderini, Torino Social Impact
  • Lavinia Pastore, Open Impact

Imprese ibride: modelli innovativi per generare valore

Lunedì 22 maggio 2023

  • Paolo Venturi, Associazione Italiana Cultura della Cooperazione e del Nonprofit
  • Flaviano Zandonai, Gruppo cooperativo CGM

Modelli e servizi per lo sviluppo dell’imprenditoria sociale

Lunedì 5 giugno 2023

  • Guido Bolatto, Segretario Generale CCIAA Torino
  • Luigi Bobba, Presidente Osservatorio Terzjus
  • Dimitri Buzio, Presidente Legacoop Piemonte
  • Gianni Gallo, Presidente Confcooperative Piemonte Nord
  • Laura Orestano, Amministratrice Delegata SocialFare

I relatori

Vuoi conoscere i relatori coinvolti nei seminari di Impresa Sociale?

Alberta Coccimiglio

Osservatorio imprenditorialità sociale CCIAA Torino

Biografia

Lavora presso l’Osservatorio imprenditorialità sociale della Camera di Commercio di Torino. Obiettivo principale dell’Osservatorio è analizzare le nuove forme di imprenditorialità sociale e le relative reti, censendo le buone pratiche e realizzando rapporti tematici che rilevano la continua evoluzione delle imprese sociali a livello regionale.

Scarica le slide del seminario 

Guarda la video intervista

Felice Scalvini

Rivista Impresa Sociale

Biografia

Direttore responsabile della rivista Impresa Sociale. Di formazione avvocato, è stato promotore e leader della cooperazione sociale in Italia, portandola al riconoscimento legislativo. È riconosciuto come uno dei principali innovatori delle politiche sociali del Paese, avendo contribuito alla nascita di Federsolidarietà, Cgm, Cosis e Forum Nazionale del Terzo Settore. È stato consigliere di Fondazione Cariplo, mentre attualmente è presidente di Fondazione Asm e presidente onorario di Assifero. Ha rivestito importanti incarichi in organizzazioni e reti europee a sostegno di imprese cooperative e dal 2013 al 2018 ha rivestito la carica di Assessore con delega alle Politiche per la Famiglia, la Persona e la Sanità del Comune di Brescia.

Scarica le slide del seminario 

Guarda la video intervista

Giulia Galera

EURICSE

Biografia

Ricercatrice senior presso Euricse dal 2008. Euricse è un istituto di ricerca con sede a Trento che promuove la conoscenza e l’innovazione nell’ambito delle imprese cooperative e sociali. Attraverso attività di ricerca, di formazione e di consulenza, Euricse accompagna la crescita delle imprese cooperative e sociali, migliorandone l’efficacia. Galera ha conseguito il dottorato di ricerca in Studi Internazionali e i suoi interessi di ricerca si concentrano principalmente sul concetto di impresa sociale e la sua evoluzione normativa, la sua potenzialità nei contesti in transizione e il suo impatto nello sviluppo locale. Tra le numerose pubblicazioni citiamo il rapporto del 2020 “Le Imprese Sociali e i loro ecosistemi in Europa”, redatto da Euricse ed EMES Network su incarico della Commissione Europea, di cui Galera è co-autrice.

Scarica le slide del seminario 

Guarda la video intervista

Paolo Biancone

Dip. Management UniTo

Biografia

È Professore Ordinario di Economia Aziendale presso il Dipartimento di Management dell’Università di Torino. Oltre ad un’intensa attività di ricerca, ricopre ruoli strategici e di coordinamento all’interno della realtà accademica e non solo. È direttore del Corso Universitario di Aggiornamento Professionale dell’Università di Torino in Valutazione di Impatto Sociale, nato nel 2019 e con varie edizioni all’attivo, in collaborazione con Torino Social Impact e altre realtà territoriali.

Scarica le slide del seminario 

Guarda la video intervista

Mario Calderini

Torino Social Impact

Biografia

È professore ordinario al Politecnico di Milano, dove insegna Management per la sostenibilità e l’impatto. È direttore di Tiresia, il centro di ricerca per la finanza d’impatto e l’innovazione del Politecnico di Milano. Ha ricoperto numerose cariche all’interno di Fondazioni e Consigli d’amministrazione, nonché incarichi di rilievo a livello governativo. È portavoce di Torino Social Impact, l’ecosistema cittadino per l’imprenditorialità e gli investimenti ad impatto sociale che raggruppa oltre 250 attori pubblici e privati, profit e non profit.

Guarda la video intervista

Lavinia Pastore

Open Impact

Biografia

Insegna Economia Aziendale presso l’Università La Sapienza ed è assegnista di ricerca presso l’Università degli Studi Milano Bicocca, dopo aver conseguito un PhD in Public Management and Governance presso l’Università di Roma “Tor Vergata”. Il suo focus di ricerca è l’impatto sociale. È anche senior manager presso Open Impact, una start-up innovativa nata nel 2019 e accreditata presso l’Università Milano-Bicocca. Open Impact eroga servizi e sviluppa prodotti digitali per la misurazione, valorizzazione e gestione dell’impatto in una concezione di sostenibilità integrata.

Scarica le slide del seminario 

Guarda la video intervista

Paolo Venturi

Associazione Italiana Cultura della Cooperazione e del Nonprofit

Biografia

Sociologo ed economista, è direttore di AICCON – Associazione Italiana per la promozione della Cultura della Cooperazione e del Nonprofit, centro studi promosso dall’Università di Bologna, dall’Alleanza delle Cooperative Italiane e da numerose realtà operanti nell’ambito dell’Economia Sociale. Co-fondatore di ASSIF (Associazione Italiana Fundraiser) ed è membro della redazione Rivista Impresa Sociale, autore e curatore di pubblicazioni e articoli sul non profit tra cui il Rapporto “L’impresa Sociale in Italia” e “Ibridi organizzativi: l’innovazione sociale generata dal Gruppo cooperativo Cgm” (Il Mulino).

Scarica le slide del seminario 

Guarda la video intervista

Flaviano Zandonai

Gruppo cooperativo CGM

Biografia

Sociologo, insegna presso l’Università di Trento e si occupa da oltre vent’anni di terzo settore e impresa sociale. Ha lavorato come ricercatore senior in Euricse occupandosi di innovazione sociale, imprenditoria comunitaria e rigenerazione di beni e spazi fisici per finalità di uso collettivo. È stato segretario di Iris Network, la rete di ricerca italiana sull’impresa sociale operando come editor della rivista Impresa Sociale, curando due edizioni del Rapporto sull’impresa sociale. Oggi è open innovation manager presso il Gruppo cooperativo CGM, dove promuove la nascita di comunità imprenditoriali orientate all’innovazione. Collabora con il magazine Vita e anima il blog “Tempi ibridi”, dedicato all’innovazione istituzionale e alle nuove value chain tra profit e non profit.

Scarica le slide del seminario 

Guarda la video intervista

Guido Bolatto

Segretario Generale CCIAA Torino

Biografia

Segretario Generale della Camera di Commercio di Torino dal 2001, è Direttore degli organi semiautonomi del Centro Congressi Torino Incontra dal 2002 e del Laboratorio Chimico dal 2006. Laureato in Economia presso l’Università degli Studi di Torino, è iscritto all’albo dei revisori contabili ed è giornalista pubblicista. Dal 1998 al 2001 è stato dirigente in staff presso la Città di Torino e successivamente Direttore Generale del Comune di Rivoli. È stato inoltre Sindaco del Comune di Salassa dal 1995 al 2004 e dal 1998 al 2004 Presidente del Consorzio del Distretto Tecnologico del Canavese di Ivrea. È stato docente presso il Politecnico di Torino e presso l’Università di Torino, di cui è stato anche membro del Consiglio di Amministrazione.

Guarda la video intervista

Luigi Bobba

Presidente Osservatorio Terzjus

Biografia

Presidente della Fondazione Terzjus, un osservatorio di diritto del Terzo Settore, della filantropia e dell’impresa sociale che si propone di promuovere la cultura e il diritto della Riforma del Terzo Settore e, in senso più in generale, di spiegare l’impatto che la nuova legislazione ha avuto sulla vita degli Enti del Terzo Settore. Giornalista pubblicista, attivo nel volontariato, animatore del Terzo settore e leader dell’associazionismo, Luigi Bocca sin dagli anni Settanta è entrato nel mondo delle Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani (ACLI), di cui è stato Vicepresidente dal 1994 al 1998 e Presidente dal 1998 al 2006. Vanta una lunga esperienza politica, prima come senatore, poi come deputato e infine come Sottosegretario al Lavoro e alle politiche sociali. È autore di numerose opere sui temi del lavoro, del welfare e della formazione.

Guarda la video intervista

Dimitri Buzio

Presidente Legacoop Piemonte

Biografia

Dal 2020 è Presidente di Legacoop Piemonte. Laureato alla Bocconi in Economia e Legislazione per l’Impresa, entra in Legacoop Piemonte nel 2002 con l’incarico di Responsabile dell’Ufficio Territoriale di Biella. Dal 2014 è Presidente del Consiglio di Amministrazione di Inforcoop Ecipa Piemonte s.c.r.l. società di formazione e consulenza emanazione di Legacoop Piemonte e CNA Torino. Nel corso della sua esperienza professionale ha inoltre ricoperto diversi incarichi presso società strumentali e collegate del sistema imprenditoriale cooperativo.

Guarda la video intervista

Gianni Gallo

Presidente Confcooperative Piemonte Nord

Biografia

Dal 2016 è presidente di Confcooperative Piemonte Nord, articolazione territoriale della Confederazione delle Cooperative Italiane (Confcooperative), associazione nazionale, giuridicamente riconosciuta, di rappresentanza, assistenza, tutela e revisione del movimento cooperativo. Confcooperative Piemonte Nord rappresenta le zone dell’area metropolitana torinese, di Novara, Biella e Vercelli e del Verbano Cusio Ossola. Sia a livello nazionale sia a livello regionale locale, Confcooperative opera, specie per la rappresentanza istituzionale, con Legacoop e Agci. Le tre associazioni insieme compongono l’A.C.I., Alleanza delle cooperative italiane.

Guarda la video intervista

Laura Orestano

Amministratrice Delegata SocialFare

Biografia

È Amministratrice Delegata di SocialFare, primo Centro per l’Innovazione Sociale in Italia e Presidente di SocialFare Seed, primo veicolo di seed impact investing in Italia. E’ anche membro del Consiglio di Amministrazione del Cottino Social Impact Campus, primo campus formativo completamente dedicato alla creazione di social impact culture. Vanta inoltre una lunga esperienza industriale in business strategy e innovazione sociale ed ha lavorato in UK, USA, Lussemburgo e Germania.

Guarda la video intervista

Materiale di approfondimento

Di seguito è elencata una serie di link utili per approfondire il tema dell’Impresa Sociale, dai decreti legislativi che regolano il settore a studi accademici.

Continua a leggere

Dentro o Fuori? Vicino

Dentro o Fuori? Vicino

Il progetto “Dentro o Fuori? Vicino” che intende promuovere il ruolo di volontarie e volontari nell’ambito del sistema penitenziario, è promosso da Vol.To ETS e finanziato dalla Città di Torino nell’ambito dello Sportello di Rete Civica – Dimittendi. Lo Sportello ha come obiettivo quello di fornire alle persone in procinto di concludere il periodo di detenzione strumenti utili per affrontare l’uscita dal carcere, evitando il disorientamento che caratterizza il ritorno alla libertà.
I principali obiettivi di  “Dentro o Fuori? Vicino” sono:
• Fornire alle istituzioni, agli operatori, alle organizzazioni e alla cittadinanza informazioni aggiornate e dettagliate circa iniziative e servizi realizzati a favore di persone detenute ed ex-detenute rafforzando la connessione tra il territorio, i suoi abitanti e le istituzioni penitenziarie;
• Sostenere e migliorare le competenze di volontari, volontarie e delle loro organizzazioni come soggetti integrati nei percorsi di inclusione e reinserimento delle persone private delle libertà personali.

Tali scopi verranno perseguiti attraverso le seguenti attività:
1. Mappatura: attività  di indagine volta ad analizzare le realtà del Terzo Settore torinese operanti nel contesto penitenziario per conoscerne i servizi e promuovere azioni di raccordo tra esse;
2. Formazione: percorso formativo rivolto a volontarie, volontari e aspiranti tali, nonché agli operatori e alle operatrici a vario titolo impegnati negli ETS con sede nella Città di Torino, su tematiche relative al sistema penitenziario.
3. Orientamento al volontariato penitenziario: percorso di sensibilizzazione, ricerca e formazione rivolto in prima istanza a giovani adulti in condizione di privazione delle libertà personali, al fine di costituire un gruppo di scambio con volontari e volontarie.

Destinatari
• Operatori e operatrici, volontarie, volontari e aspiranti tali impegnati negli ETS in ambito penitenziario con sede nella Città di Torino.
Persone detenute e/o ex detenute

Ente finanziatore: Città di Torino
Periodo di realizzazione: 01/01/2023 – 31/12/2023
Luogo di realizzazione: Città di Torino

Per saperne di più

Continua a leggere

Mentoring Across Borders (MAB)

Mentoring Across Borders (MAB)

The Mentoring Across Borders (MAB) project aims to support, through lifelong learning, the educational, professional and personal development of people by developing, testing and validating an intergenerational, cross-border mentoring programme occurring between older, experienced people (mentors, 50+) and young mentees (18-30 y.o.) at risk of marginalization. MAB builds on the successful outcomes of the Erasmus+ EvolYou project by enhancing its best practices and transferring its innovation on a pan-European level.

Financier: European Commission – Erasmus+ Programme, KA202 Strategic Partnerships for Vocational Education and Training

Partnership:

  • CESES – Belgium (Lead partner)
  • 50plus – Greece
  • SES – Germany
  • To – Italy
  • AGE Platform Europe – Belgium
  • European Volunteer Centre (CEV) – Belgium
  • SENIORES Italia Lazio ODV – Italy
  • Cyprus Third Age Observatory (CTAO) – Cyprus
  • ZNANIE – Bulgaria
  • Önkéntes Központ Alapítvány (ÖKA) – Hungary
  • AULEDA – Albania
  • Stowarzyszenie Centrum Wolontariatu (SCW) – Poland
  • Volontari Senior Professionali ODV (VSP) – Italy

Time and location: a total duration of 24 months (1 January 2023 – 31 December 2024), including the implementation and evaluation of the mentoring programme in 8 countries (Greece, Germany, Italy, Cyprus, Bulgaria, Hungary, Albania and Poland – In progress     

First-Level beneficiaries: mentors, who are experienced older adults, above 50 years of age and mentees, who are young adults (18-30 years old) experiencing difficulties in the work field, or during their studies

Second-Level beneficiaries:  NGOs, senior or volunteer organizations across Europe.

Extra information

A project website will be developed and social media profiles will be created for the social media most often used by the project’s target groups

Continua a leggere