Skip to main content

Contributi per la realizzazione di micropregettualità a favore del clima proposte da studenti

La Città di Torino è tra le 100 città selezionate dalla Commissione Europea per essere una Mission City e impegnarsi a raggiungere la neutralità climatica entro il 2030. A tal proposito è stato avviato a marzo 2024 un percorso di confronto, nell’ambito della stesura del  proprio Climate City Contract, coinvolgendo oltre duecento ragazze e ragazzi provenienti da istituti superiori del territorio metropolitano per raccogliere idee e suggerimenti sui temi chiave della transizione verso la neutralità climatica: infrastrutture verdi, comunità energetiche, economia circolare e mobilità.

Obiettivi e ambiti di intervento

In questo contesto la Città di Torino è entrata a far parte del nuovo Youth Climate Action Fund – Fondo per l’Azione per il Clima dei Giovani della fondazione filantropica Bloomberg, che fornirà assistenza tecnica e finanziamenti a 100 città, provenienti da 38 Paesi in 6 continenti, per mobilitare decine di migliaia di giovani, di età compresa tra i 15 e i 24 anni, al fine di progettare e mettere in campo soluzioni per il contrasto al cambiamento climatico.

Nell’ambito di questo programma la Città di Torino ha ricevuto 50.000,00 dollari statunitensi da distribuire sotto forma di finanziamenti alle scuole secondarie di secondo grado per la realizzazione di progettualità proposte da studenti e studentesse sul tema della lotta al cambiamento climatico.

Le proposte progettuali devono essere ideate da un gruppo di studentesse e studenti (non singoli) e dovranno prevedere interventi che ricadano nei seguenti ambiti tematici individuati del Climat City Contract di Torino (possibile scegliere tra uno o più ambiti):

  • mobilità e trasporti;
  • gestione dei rifiuti ed economia circolare;
  • sistemi energetici;
  • infrastrutture verdi e soluzioni basate sulla natura.

Le proposte potranno riguardare a titolo esemplificativo e non esaustivo azioni di comunicazione, di sensibilizzazione, formative, installazioni artistiche, soluzioni digitali, applicazioni sperimentali da realizzare internamente o in prospicienza delle scuole, interventi green all’interno del plesso scolastico.

Chi può partecipare

Sono ammesse a partecipare le scuole secondarie statali di secondo grado della Città metropolitana di Torino. Ciascuna istituzione scolastica statale può presentare un massimo di 2 candidature purché espressione della progettazione di gruppi diversi di giovani.

Risorse economiche

I progetti selezionati saranno sostenuti con un contributo a fondo perduto del valore compreso tra 925  e 4.621 euro.
Le risorse complessive a disposizione ammontano a 46.219,86 euro (corrispondenza in euro dei 50.000,00 dollari statunitensi).

Modalità e termini di partecipazione

L’istanza progettuale e i relativi allegati firmati digitalmente dovranno pervenire entro il 14 giugno 2024 tramite casella PEC della scuola proponente all’indirizzo PEC fondieuropei@cert.comune.torino.it 


Per approfondire


Vol.To attraverso il servizio di consulenza progettuale supporta e accompagna le associazioni che intendono elaborare delle proposte per partecipare ai bandi. La consulenza è gratuita per gli ETS accreditati nel rispetto dei limiti annuali (n. 4 h/ anno).

Se sei interessato a questo servizio, puoi richiederlo accedendo al gestionale. Verrai ricontattato dai consulenti di Vol.To per approfondire la tua richiesta e concordare un appuntamento di persona presso la sede di Via Giolitti e/o organizzare una consulenza a distanza (via Google Meet).

Agenda2030, bandi comune Torino, bandi per le scuole, cambiamento climatico, progetti per giovani Torino