Skip to main content

Adeguamento statuti degli ETS: c’è un’ulteriore proroga

L’esigenza di adeguare gli statuti degli Enti che verranno iscritti nel registro Unico nazionale del terzo settore ad alcune disposizioni inderogabili previste dal Codice del terzo Settore è stata favorita, da parte del Legislatore, con la previsione di poter adottare una c.d. “modalità semplificata” ( adozione di modalità e maggioranze previste per le assemblee ordinarie, anziché quelle previste per le assemblee straordinarie, come richiederebbe un intervento  di correzione dello statuto ) contenuta al 2° comma dell’ art. 101 del Codice.

Tale possibilità, tuttavia, era originariamente previsto avesse un termine di 18 mesi dalla pubblicazione del codice (e perciò fosse attuabile fino a dicembre del 2018).

Una serie di proroghe di tale scadenza, successivamente intervenute, ha condotto allo “slittamento” di questa data che è giunto fino al 31 maggio scorso.

Di tale argomento abbiamo ripetutamente trattato, anche in questa sezione del sito di Vol.To. Colleghiamo, di seguito, l’ultimo intervento sul tema:

https://www.volontariatotorino.it/adeguamento-degli-statuti-ulteriore-proroga-per-lutilizzazione-della-modalita-semplificata/

Il D.L. “semplificazioni” (d.l. 77 del 31 maggio 2021) proroga ulteriormente al 31 maggio 2022 la possibilità di adottare le modalità “semplificate”, al fine di rendere – appunto – più “semplice” adottare quelle modifiche statutarie che si dovessero rendere necessarie per l’iscrizione ne RUNTS, la cui operatività viene data ormai per imminente