Decreto “sostegni”: c’è qualcosa anche per il Terzo settore

Nel “decreto sostegni” (approvato il 19 marzo ed in corso di pubblicazione) sono presenti anche misure che possono interessare direttamente il mondo del Terzo settore. Vediamole:

Come noto, il Governo è intervenuto con un decreto approvato il 19 marzo scorso a dettare misure di sostegno ai settori economici maggiormente esposti alle conseguenze della pandemia che continua a interessare il nostro Paese.

Fra le misure introdotte ve ne sono alcune che interessano direttamente il mondo del Terzo settore.

  • L’art. 1 prevede che i contributi a fondo perduto per i soggetti titolari di partita IVA che abbiano subito una riduzione di fatturato di almeno il 30 % nell’anno 2020 rispetto al 2019 è esteso anche agli Enti non commerciali e del terzo settore, limitatamente alle attività commerciali svolte. Tali Enti, perciò, qualora abbiano svolto sia nel 2019 che nel 2020 attività commerciali regolarmente fatturate e che abbiano riportato una diminuzione di almeno il 30 % di tale fatturato possono richiedere il contributo economico (secondo le fasce e gli scaglioni previsti dal decreto) in tutta analogia alla possibilità prevista per le imprese, gli operatori economici, i professionisti etc.

Di seguito potrete trovare il comunicato-stampa della Presidenza del consiglio dei ministri relativo:http://www.governo.it/it/articolo/comunicato-stampa-del-consiglio-dei-ministri-n-8/16428

  • L’art. 14 introduce una (ulteriore) deroga al termine ultimo per approvare le modifiche statutarie di “adeguamento” richieste dal 2° comma dell’art. 101 del decreto legislativo117/2017 (codice del terzo settore) per odv, aps ed onlus utilizzando la “modalità semplificata”. Tale scadenza è ora portata al 31 maggio 2021. 
  • Istituito un “bonus” per i lavoratori sportivi con uno stanziamento di 350 milioni di euro, che saranno erogati come lo scorso anno. Chi ha già ricevuto il bonus nei mesi precedenti, se conserva i requisiti per averne diritto, lo riceverà automaticamente, in caso contrario dovrà farne domanda, registrandosi sulla specifica piattaforma.

Via Giovanni Giolitti 21
10123 Torino
Numero Verde: 800 590 000
Tel. 011 813 87 11
Fax: 011 813 87 77
E-mail: centroservizi[at]volontariato.torino.it

Seguici su

Galleria multimediale

Rimani aggiornato


© CSV Volontariato Torino. All rights reserved. Powered by Inspire Communication SC.

Carattere
Contrasto