fbpx

Bando RINCONTRIAMOCI_Sostegno agli spazi culturali, civici e d’incontro del territorio – scadenza prorogata

Il nuovo bando della Compagnia di San Paolo è rivolto al rilancio degli spazi aperti al pubblico e alla cittadinanza con frequenza costante e di facile accessibilità che fungono da presidi culturali e civici dedicati a un territorio o una comunità specifica e quindi caratterizzati da una forte relazione con chi li frequenta e che avranno un ruolo fondamentale nel processo di re-innesco nel post emergenza sanitaria.  Nello specifico si deve trattare di:

  • Nuovi Centri Culturali: spazi ibridi, polifunzionali, distinti per una spiccata cifra di innovazione culturale e civica con attenzione alla sostenibilità gestionale, sono generativi e talvolta attrattivi per le imprese culturali; possono qualificarsi per un nucleo identitario legato alla performance contemporanea come ad altri tipi di produzione, anche integrata con altre attività più di tipo aggregativo.
  • Centri Culturali Indipendenti: spazi nati con una forte spinta dal basso e per questo definiti “indipendenti”, distinti da una lunga storia di relazione con il territorio e la comunità di riferimento al quale rivolgono la propria attività continuativa e stabile di produzione artistico-culturale. Il modello economico di riferimento si basa su una componente significativa di entrate proprie e l’obiettivo è la condivisione di valori culturali e/o il consumo culturale collettivo.
  • Centri di aggregazione civica: spazi polifunzionali che conferiscono primariamente una valenza civica alla partecipazione, nei quali l’aggregazione passa anche attraverso la cultura. Sono quindi i luoghi dello stare e del fare insieme, fortemente legati al territorio in cui sorgono, in cui si esercitano funzioni di welfare leggero, in costante dialogo con gli abitanti del circondario, intercettando anche bisogni non conclamati e cercando di rispondervi attivando gli stessi cittadini.

La richiesta dovrà essere inoltrata da un ente che gestisce o co-gestisce lo spazio aperto al pubblico e alla cittadinanza oggetto della domanda, situato in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta. Tale ente deve essere un soggetto ammissibile ai contributi della Fondazione Compagnia di San Paolo, secondo quanto indicato nelle Linee attuative del Regolamento delle attività istituzionali della Fondazione.
Sono esclusi soggetti che ricevono sostegno alle attività istituzionali (SAI), enti partecipati dalla Fondazione, enti con cui sono attive convenzioni o che più in generale abbiano supporto continuativo dalla Fondazione Compagnia di San Paolo. Sono altresì escluse le Case del Quartiere di Torino aderenti all’Associazione Rete Case Case del quartiere, oltre a spazi gestiti direttamente da amministrazioni pubbliche e comunque richieste provenienti da tali soggetti.

I richiedenti dovranno fornire una bozza di piano di mantenimento e rilancio della propria attività in funzione della situazione attuale: evidenziare quali esigenze prioritarie contingenti sono emerse, quali iniziative si stanno svolgendo, quali si sono riconvertite, quali si sono fermate e quale tipo di investimento sarebbe utile per prepararsi a svolgere il proprio ruolo nel futuro prossimo, quale riorientamento delle attività alla luce di nuove condizioni e bisogni emersi.

Il contributo massimo erogabile per ciascuna richiesta non potrà essere superiore a € 25.000. In considerazione della natura eccezionale del Bando, non sono richiesti cofinanziamenti ai soggetti proponenti.

Le richieste di contributo dovranno pervenire tramite PEC entro il 4 maggio 2020scadenza prorogata al 6 maggio in virtù delle numerose domande pervenute – all’indirizzo mail missionepartecipazione@pec.compagnia.torino.it, con oggetto nome dell’ente proponente e il nome del bando (“Rincontriamoci”).  Se l’ente richiedente non fosse in possesso di un indirizzo PEC, sarà possibile l’invio tramite posta elettronica ordinaria destinata allo stesso indirizzo: in tal caso la Compagnia non assume responsabilità nel caso di problemi di ricezione.
All’ente proponente è richiesto di presentare la propria proposta secondo il format previsto, che dovrà essere compilato in ogni sua parte e firmato dal Legale Rappresentante dell’ente proponente.

Per approfondire:

Link alla pagina web 


Per leggere tutti gli ultimi bandi pubblicati clicca qui.

Lo Sportello di progettazione sociale di Vol.To durante l’attuale periodo di contenimento dell’emergenza sanitaria è attivo e fornisce il proprio servizio di consulenza a distanza utilizzando gli strumenti a disposizione per comunicare e lavorare in remoto (via telefono, email, WhatsApp, Skype, Google Meet); il servizio è gratuito per gli ETS accreditati che possono richiedere la consulenza telematica utilizzando questo form e contattarci via mail all’indirizzo sociale@volontariato.torino.it

 

Carattere
Contrasto

Questo sito utilizza cookies per monitorarne l'attività e migliorarne la consultazione. <br>Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi