fbpx

ACCOGLIENZA ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI ALL’ATTUAZIONE DI AZIONI DI ACCOGLIENZA, TUTELA ED INTEGRAZIONE A FAVORE DI RICHIEDENTI ASILO E TITOLARI DI PROTEZIONE INTERNAZIONALE O UMANITARIA.

Oggetto

Il Comune di Torino ha indetto un avviso pubblico d’invito alla presentazione di progetti finalizzati all’attuazione di azioni a favore di n. 124 richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale o umanitaria per il secondo semestre 2015.

Ente erogatore

CITTA’ DI TORINO

Divisione Servizi Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie

Settore Stranieri e Nomadi,

Via Bologna 51,

10152 Torino

Soggetti che possono presentare la domanda

Possono partecipare all’iniziativa, anche in forma associata, le organizzazioni di volontariato e di promozione sociale iscritte negli appositi registri, le associazioni iscritte all’anagrafe delle ONLUS nonché gli Enti morali e religiosi e gli altri organismi ed enti pubblici e privati senza fini di lucro, purché non svolgano preminente attività commerciale, che abbiano sede o che svolgano la loro attività sul territorio comunale.

Azioni

ACCOGLIENZE RESIDENZIALI DESTINATE ALL’INSERIMENTO DI BENEFICIARI FINO AD UN TOTALE MASSIMO DI 124 POSTI L’accoglienza residenziale è costituita, di norma, da spazi residenziali in strutture collettive o appartamenti da condividere tra gli ospiti sia per le camere da letto, che per i servizi e i locali di intrattenimento. Fatte salve le esigenze organizzative del soggetto gestore, per quanto riguarda le operazioni di pulizia ordinaria, la struttura consente la permanenza diurna, oltre che notturna, degli ospiti. E’ prevista la fornitura giornaliera di due pasti e della prima colazione. I beneficiari di questo tipo di accoglienza necessitano di intraprendere un percorso di rafforzamento delle capacità linguistiche e comunicative nel nuovo contesto italiano e devono solitamente intraprendere un percorso di inclusione socio-lavorativa mediante la frequenza ai corsi e/o inserimento in stage e tirocini aziendali. Il tempo di permanenza è stimato in 6 mesi eventualmente prorogabili.

Progetti finanziabili

I progetti dovranno contenere, oltre ad una relazione esplicativa delle finalità ed attività del/i gruppo/i proponente/i e copia dello statuto, se non già in possesso dell’Amministrazione Comunale.

Il Progetto dovrà precisare:

  • caratteristiche e tipologia delle risorse alloggiative messe a disposizione coerenti con il numero di posti offerti:

Ø caratteristiche tipologiche delle strutture/alloggi (posti letto per camera; rapporto tra numero camere e numero bagni; spazi comuni – fornendone planimetria) specificandone la tipologia di possesso;

Ø collocazione territoriale in ordine di vicinanza e accesso ai servizi di prossimità (trasporti, rete commerciale, banca, negozi, ecc.);

Ø dichiarazione di conformità ai requistiti igienico-sanaitari;

  • modalità con cui gli Enti/Organizzazioni intendono attuare la gestione: obiettivi, modalità organizzative, attività da realizzarsi, risorse, ruolo ed attività del personale, modalità di integrazione con la rete solidaristica, iniziative specifiche, strumenti di valutazione;
  • preventivo di spesa, all’interno del quale si richiede di dettagliare le seguenti voci di costo ammissibili, laddove previste:

Ø spese per affitto e gestione delle unità immobiliari, comprese le utenze; Ø spese per somministrazione pasti;

Ø spese per fornitura generi di prima necessità;

Ø spese di socializzazione/comunicazione; Ø spese per il personale (specificando la natura del rapporto contrattuale);

Ø spese generali e amministrative;

Ø erogazioni in denaro

Ø altri costi.

Non sono considerati ammissibili i costi relativi ad oneri per la ristrutturazione di immobili, spese per l’ordinaria attività dell’organizzazione, attività promozionali, organizzazione di convegni o seminari.

  • Qualora s’intenda partecipare in partenariato, occorre che gli Enti/Organizzazioni s’impegnino, con apposita lettera d’intenti, a costituirsi in formale Raggruppamento in caso di attribuzione del finanziamento; il Raggruppamento sarà costituito in tal caso con scrittura privata autenticata dal notaio e registrata presso l’Agenzia delle Entrate, individuando un Capofila mandatario con rappresentanza. Qualora la proposta coinvolga altri soggetti, è necessario specificare il tipo di collaborazione e produrre gli eventuali documenti di intesa/collaborazione.

Entità contributo

Agli Enti/Organizzazioni individuati sarà riconosciuto un finanziamento che potrà coprire al massimo il 90% del costo complessivo della proposta progettuale presentata. Per il semestre 01.07- 31.12.2015 la spesa massima individuata a finanziamento dei 124 posti cui il presente Avviso è riferito è pari ad Euro 638.848,00.

Modalità e procedura

I soggetti interessati dovranno presentare la propria proposta progettuale in busta chiusa, riportante la dicitura “azioni di accoglienza, tutela e integrazione a favore di n. 124 richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale o umanitaria per il secondo semestre 2015”. La documentazione dovrà pervenire entro 20 giorni dalla data di pubblicazione del bando (h. 10,00 del 01.07.2015) e dovrà essere inviata a:

CITTA’ DI TORINO

Divisione Servizi Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie

Settore Stranieri e Nomadi,

Via Bologna 51,

10152 Torino

Scadenza

1 luglio 2015

Allegati

Testo avviso

l testo, anche se curato con scrupolosa attenzione, non può comportare specifiche responsabilità per involontari errori in capo a Vol.To

Carattere
Contrasto

Questo sito utilizza cookies per monitorarne l'attività e migliorarne la consultazione. <br>Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi