Nuova legge sulla privacy – Regolamento UE 2016/679

ll 25 maggio 2018 è entrato in vigore il Regolamento UE n. 679/2016 General Data Protection Regulation – GDPR che riscrive le regole per il trattamento dei dati personali.

Si tratta di una norma sovranazionale che permetterà nella UE l’applicazione di un medesimo quadro normativo ad  un settore particolarmente delicato, eliminando eventuali disarmonie.  L’Italia ha già una corposa regolamentazione in tema di protezione dei dati personali che risale alla L. 675/1996 che, dopo alcune modifiche ed integrazioni, è stata sostituita dal D.Lgs. 196/2003.

Il nostro Parlamento, con la cosidetta legge comunitaria n. 163/2017, ha comunque delegato il Governo ad adottare un decreto legislativo al fine di adeguare il quadro normativo nazionale alle disposizioni contenute nel GDPR: decreto che ancora non è stato pubblicato in gazzetta ufficiale.

30 luglio 2018 – Gdpr: il decreto attuativo “slitta” ad agosto

Il Regolamento europeo sulla privacy (Gdpr) è già in vigore, ma il decreto di attuazione è all’esame delle commissioni parlamentari, rinviando così il recepimento.
Come noto, dal 25 maggio scorso il Regolamento Europeo sulla protezione dei dati personali  (GDPR) è in vigore.
Ora, non resta che attendere il decreto di attuazione che, passato sotto il vaglio del Garante privacy, deve essere modificato e coordinato per adeguarlo alla normativa europea sulla privacy.
Il Garante non ha infatti risparmiato critiche al decreto su punti cruciali della riforma come la durata del trattamento dei dati, il limite d’età dei minori legittimati ad esercitare azioni di autotutela e gli illeciti penali del Codice Privacy, della cui sopravvivenza dovranno occuparsi i giudici.
In virtù del mancato arrivo dei pareri delle commissioni parlamentari, slitta dunque il termine del recepimento della delega al 21 agosto 2018.
Ciò comporta che per un certo periodo di tempo si verificherà una sovrapposizione tra quanto disposto dal regolamento europeo (direttamente applicabile) e le norme sulla privacy attualmente vigenti.
Da più parti, dunque, si auspica che il sole d’agosto ci porti i  pareri delle commissioni parlamentari e l’approvazione definitiva.

Il nostro centro, nel frattempo, mette a disposizione i documenti utili a comprendere meglio la nuova normativa europea ed attiva un servizio di informazione, assistenza e consulenza in materia (consulenzespeciali@volontariato.torino.it).

Sfoglia qui sotto il testo del Regolamento UE

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Slides riassuntive a cura dello Studio Legale Nizza e associati

Sfoglia qui sotto la guida sulla nuova normativa a cura dello Studio Legale Nizza e Associati

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Clicca qui per scaricare il modulo per richiedere una copia cartacea della guida

Sfoglia qui sotto l’approfondimento sul consenso informato

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Sfoglia qui sotto l’approfondimento sull’informativa per la privacy e clicca qui per scaricare il modello dell’informativa

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Sfoglia qui sotto l’approfondimento sul registro del trattamento

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

Questo sito utilizza cookies per monitorarne l'attività e migliorarne la consultazione.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi