Che cosa è il Servizio Civile Universale

“il servizio civile universale costituisce un istituto di integrazione, di inclusione e di coesione sociale, volto a rinsaldare il rapporto tra il cittadino e le Istituzioni della Repubblica italiana, contribuendo alla tenuta delle Istituzioni democratiche nonché alla costruzione di una democrazia partecipata e di nuove forme di cittadinanza” (dalla CARTA DI IMPEGNO ETICO DEL SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE)

Il servizio civile affonda le sue origine nell’obiezione di coscienza alla leva militare obbligatoria, prevista dall’art. 52 della Costituzione Italiana. Enti di accoglienza e giovani sono coinvolti nell’attuazione della legge n. 64/01 che ha come finalità l’adempimento del dovere costituzionale di difesa della Patria che non consiste più soltanto in attività finalizzate a contrastare o prevenire un’aggressione esterna, ma comprende forme di impegno sociale non violento e non armato, volte all’educazione, alla pace tra i popoli, nonché  alla salvaguardia e alla promozione dei valori comuni e fondanti il nostro ordinamento.

Il servizio civile oggi può essere definito come un autonomo istituto della Repubblica, una scelta che i giovani possono fare di un anno di impegno, tramite un progetto presso un ente non a scopo di lucro, in Italia o all’estero, caratterizzato dalla formazione e dal servizio, nei campi della solidarietà e della pace, dell’ambiente, in quello storico-artistico, culturale e della protezione civile (cfr. art. 1 legge 64/01).

Con la sospensione della leva obbligatoria la partecipazione al Servizio Civile si è aperta a giovani, sia italiani che stranieri, di entrambi i sessi di età compresa tra 18 e 28 anni esclusivamente tramite adesione volontaria; i requisiti per partecipare sono descritti alla pagina “Come fare servizio civile”, insieme alle principali caratteristiche: durata, luogo di svolgimento, impegno orario, permessi, rimborso spese e percorso di formazione.

Dal 2018 è stato introdotto il Servizio Civile Universale, con l’obiettivo di aumentare sempre di più il numero di giovani che si avvicinano all’esperienza, con particolare riguardo alla partecipazione di chi ha minori opportunità. Alla base della riforma c’è la volontà di sperimentare un modello flessibile di Servizio Civile, che vada incontro alle esigenze dei singoli progetti, e di valorizzare le competenze acquisite alla fine dell’esperienza, in modo che vengano riconosciute in ambito lavorativo e nei percorsi di istruzione.

Vol.To è uno degli enti accreditati presso l’Ufficio Nazionale per la gestione di progetti di Servizio Civile, attraverso una rete di 73 partner, gestisce 141 sedi di accoglienza dislocate sul territorio piemontese; i requisiti per diventare Ente di accoglienza sono indicati nella pagina “Enti di Accoglienza”.

L’Ufficio del Servizio Civile è aperto tutti i giorni nei seguenti orari h. 10-13/h. 14-17

Per informazioni: Numero Verde 800590003

e-mail: serviziocivile@volontariato.torino.it

Come fare Servizio Civile 

Gli Enti di accoglienza

Normativa
e modulistica

 

Tutte le news

I progetti di Vol.To

 

I progetti in corso

Questo sito utilizza cookies per monitorarne l'attività e migliorarne la consultazione.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi